Inter, parla l'ad Antonello: "Quanto successo è sotto gli occhi di tutti"

Duro sfogo del dirigente nerazzurro ai microfoni di Inter Tv: la società lamenta l'arbitraggio di Orsato contro la Juventus e continua a credere nella Champions.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Davanti alle telecamere di Inter Tv, due giorni dopo una sconfitta contro la Juventus che ancora brucia soprattutto per le modalità con cui si è materializzata, l'amministratore delegato nerazzurro Alessandro Antonello ha deciso di far sentire la voce di un club, l'Inter, che non si sente rispettato e che ancora non ha digerito il discusso arbitraggio di Orsato nel derby d'Italia.

Il calcio sta cambiando, ma sembra che qualcosa resti invariato

È forse questo il passaggio più duro nel quarto d'ora circa in cui Antonello si sofferma a parlare di un momento molto particolare: sabato sera l'Inter è uscita sconfitta da una partita in cui sentiva di non meritare la sconfitta e in cui ritiene di essere stata danneggiata dal diverso metro di giudizio utilizzato dal direttore di gara in occasione dell'espulsione di Vecino e di quella mancata di Pjanic. Una sconfitta che ha complicato terribilmente il percorso verso l'obbiettivo stagionale, e cioè un piazzamento nei primi quattro posti che significherebbe la partecipazione alla prossima Champions League, con i guadagni che questa porterebbe in termini economici e di prestigio.

Luciano Spalletti si dispera

Inter, le parole dell'ad Antonello: "Successe cose inaccettabili"

Sono successe cose inaccettabili, meritiamo rispetto come club e lo meritano anche i nostri tifosi

L'Inter, insomma, non ha affatto digerito quanto accaduto sabato sera a San Siro. Nonostante abbia scelto di aspettare due giorni, per non parlare a caldo, Antonello non gira comunque troppo intorno al discorso: non riesce a capire perché Orsato abbia usato "due pesi e due misure", danneggiando una squadra che in campo ha comunque dato tutto, sfiorando quella che sarebbe stata un'impresa.

Quanto successo è sotto gli occhi di tutti, è stato visto in oltre 170 paesi da milioni di persone collegate. Di certo non è stato un bello spot per il calcio italiano. Siamo orgogliosi della prestazione della squadra, ha messo in campo l'anima anche se con un uomo in meno

Adesso mancano appena tre giornate alla fine, la zona Champions League è distante quattro punti e l'Inter dovrà compiere un miracolo per centrare un piazzamento che potrebbe cambiare molte cose nel futuro della società. Antonello conferma la fiducia che la dirigenza ha nel gruppo guidato da Spalletti.

Abbiamo un gruppo formato da grandi professionisti, lo hanno dimostrato in campo. Ci aspettiamo una pronta reazione già dalla prossima sfida contro l'Udinese. Tutta la dirigenza è vicina alla squadra, è stato così per tutta la stagione e resteremo uniti e concentrati per raggiungere l'obbiettivo stagionale, la qualificazione in Champions League

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.