Liga, Deportivo battuto 4-2: il Barcellona è campione di Spagna!

I catalani si fanno rimontare due gol ma nel finale dilagano, conquistando il 25esimo titolo nella storia del club. Retrocede invece aritmeticamente la formazione di Seedorf.

2k condivisioni 0 commenti

di

Share

Bastava un punto, al Barcellona di Ernesto Valverde, per laurearsi campione di Spagna nella trasferta del Riazor contro il Deportivo. E dopo una stagione da record, senza nemmeno una sconfitta in 33 partite, il finale era già piuttosto chiaro. Ma i padroni di casa hanno venduto carissima la pelle: Coutinho apre, Messi fa 2-0, Lucas Perez accorcia ed Emre Colak firma una rimonta inaspettata, ma altri due gol di Messi chiudono il sipario.

Il titolo dei catalani non è l'unico verdetto della serata, perché vista questa sconfitta la squadra di Seedorf è ufficialmente retrocessa in Segunda. Epilogo ormai scritto, ma i suoi ragazzi non hanno mollato fino alla fine e possono recriminare la tanta fatica in zona gol durante la stagione. 

Tornando al Barça, dopo la vittoria in Coppa del Re di una settimana fa si tratta dell'ottavo doblete della propria storia (il quarto negli ultimi dieci anni). Numeri sensazionali, se pensiamo che il Real Madrid ne ha ottenuti quattro in tutta la propria storia. Insomma, questa squadra è già entrata nella leggenda.

Liga, Barcellona avanti subito

Non ci vuole molto al Barcellona per portarsi in vantaggio: Dembelè penetra in area, serve in mezzo Coutinho che con un sontuoso destro a giro batte Ruben Martinez per l'1-0. Terzo gol in Liga per l'ex Liverpool, il quinto totale con i blaugrana considerando i due segnati in Coppa del Re.

Deportivo inizialmente tramortito, ma la reazione c'è e al 17' arriverebbe il gol del pareggio, annullato per fuorigioco con qualche secondo di ritardo. Dopo la grande parata di Ter Stegen su Albentosa, Lucas Perez era effettivamente oltre la linea della difesa prima di metterla in rete. 

Si va dall'altra parte ed è Messi a far tremare i padroni di casa, e tanto per cambiare con un calcio di punizione. Ruben Martinez, con un intervento perfetto, nega alla Pulce l'ottavo gol su calcio piazzato in questa Liga. Gioia solo rimandata, in quanto al 38' Suarez si inventa un esterno super che il Diez argentino spinge in porta con il mancino al volo per quello che è il suo gol numero 30 in campionato. È la settima volta che ci riesce in carriera, con Cristiano Ronaldo subito dietro a quota sei.

Ma la reazione del Depor è rabbiosa, e due minuti dopo arriva il gol di Lucas Perez che riaccende il Riazor e costringe il Barça a rientrare con la testa nella partita. 

Succede di tutto nella ripresa

Il Barcellona rientra in campo mettendo subito le cose chiaro, gestendo il possesso palla e calmando gli animi caldi del Depor. Dopo cinque minuti Messi va ancora vicinissimo al doppio vantaggio, ma Ruben è attento e lo blocca. Occhio però alla squadra di Seedorf, che al 64' si porta in avanti e trova incredibilmente il gol del pareggio. A far esplodere il Riazor è Emre Colak, al primo gol in questa Liga

A questo punto il Barça sembra non essere più in campo, poiché la pressione dei padroni di casa è costante e a ritmi forsennati. Ma più ci si avvicina alla fine più la stanchezza cresce, e sono i catalani a rendersi pericolosi con Suarez fermato da un altro ottimo intervento di Ruben. Il portiere spagnolo però non può nulla a 8' dalla fine, qunado Messi e Suarez dialogano in area ed è ancora il fenomeno argentino a mettere la sua firma. 

Non è finita qui, in quanto tre minuti più tardi arriva anche la tripletta ancora una volta su assist di Suarez. Sono 35 triplette in carriera con il Barcellona per la Pulce, che può festeggiare l'ottava in carriera. Nel finale di gara momenti di grandissima emozione: spazio per Don Andrès Iniesta, alla prima apparizione dopo l'annuncio dell'addio al Barça e applaudito da tutto il Riazor. 

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.