Serie A, Inter-Juventus. Spalletti: "Meritavamo di vincere. E Orsato..."

Visibilmente deluso per la sconfitta della sua squadra, l'allenatore dei nerazzurri è stato chiaro: "La corsa Champions si complica, senza quarto posto è fallimento".

4 condivisioni 2 commenti

di

Share

Dall'esaltazione per aver rimontato la Juventus in inferiorità numerica, alla delusione per la sconfitta maturata nel finale. Tutto a due minuti dal 90'. Difficile gestire il contraccolpo psicologico in vista delle prossime tre partite. La vittoria della Roma nel pomeriggio allontana l'Inter dal terzo posto, in attesa della partita della Lazio di domani sera che chiuderà la 35esima giornata di Serie A.

Il commento di Spalletti nel post partita è laconico. Il tecnico dell'Inter ha fatto di tutto per portare a casa dei punti importanti per la Corsa Champions. Invece al triplice fischio di Orsato, i nerazzurri lasciano il campo avendo subito la quinta sconfitta stagionale (la seconda nelle ultime cinque gare di Serie A).

Tutto il rammarico di Luciano Spalletti in conferenza stampa:

Questo è un risultato che ci mette in difficoltà per quelli che sono i nostri obiettivi. Visto che è tutto l'anno che siamo lì e diventa un fardello pesante da portare. Ora dobbiamo vedere come passerà la nottata e cominciare a riorganizzarci da domani.

Sui cambi nel finale di gara, a cominciare da quello Icardi-Santon:

Le sostituzioni sono sicuramente sbagliate perché la partita ha avuto questo esito.

Serie A, Spalletti commenta Inter-Juventus

L'espulsione di Vecino come spartiacque del match. Con l'Inter costretta a giocare in dieci per 80', e la Juventus che non riesce a sfruttare la superiorità numerica. Anzi, soprattutto nel secondo tempo è la brillantezza dei nerazzurri a fare la differenza. Non tanto sul gol dell'1-1 di Icardi, arrivato da palla inattiva, quanto sul gol del raddoppio. Perisic ha la forza per sprintare e mettere a sedere Cuadrado prima di mettere dentro il pallone che provoca l'autogol di Barzagli.

Il finale è da thriller e regala la vittoria alla squadra di Allegri. Merito del tiro di Cuadrado deviato da Skriniar e dalla capocciata di Higuain a pochi secondi dal novantesimo. Un risultato ingiusto per quello che si è visto nell'anticipo di Serie A, come sottolinea Spalletti:

Non meritavamo questo risultato. La squadra ha perso solo perché è rimasta in inferiorità numerica, poi il gol rocambolesco del 2-2 ci ha tolto un po' di fiducia. Alla fine abbiamo avuto un deficit di fiato e di forza. Il risultato è pesante da gestire soprattutto dai calciatori, che sono molto diversi da come vengono descritti. Sono uomini con cuore, anima, professionalità. Non c'entra la carta di credito ma il loro lavoro e la voglia di dare gioie ai tifosi.

L'allenatore dell'Inter, Luciano Spalletti
Quinta sconfitta stagionale in Serie A per l'Inter di Luciano Spalletti

L'allenatore dell'Inter si è soffermato anche sulla gestione arbitrale di Orsato:

È difficile per me commentare perché non sono nelle condizioni di fare delle valutazioni. Rivedendole così sembra che non ci sia un equilibrio nella gestione degli episodi. La seconda ammonizione di Pjanic è lì sotto gli occhi di tutti, Vecino è stato ingenuo.

In chiusura c'è tempo anche per una battuta sugli obiettivi stagionali, a cominicare dalla corsa Champions:

È ovvio che si complica. Abbiamo perso una partita che poteva darci molto. Se non si va in Champions è un fallimento.

Zhang Jr: "Per 110 anni l'Inter ha giocato con onore e orgoglio"

Nel post partita anche Steven Zhang, erede di Zhang Jindong presidente del Gruppo Suning, ha voluto dire la sua ai microfoni del canale ufficiale dell'Inter:

Sono 110 anni che l'Inter gioca con onore e orgoglio, dando sempre il meglio di sé senza guardare gli avversari. Per questo sono convinto che la squadra lotterà fino alla fine della stagione. E devo ringraziare anche i tifosi: anche con l'uomo in meno sembrava stessimo giocando in 11 grazie al loro sostegno.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.