Liga, Bale trascina il Real Madrid 2: il derby con il Leganes finisce 2-1

Il turnover integrale, in vista della semifinale di ritorno con il Bayern Monaco, non frena il Real Madrid: i blancos all'assalto del secondo posto dell'Atletico.

549 condivisioni 0 commenti

di

Share

Vincere anche se ogni pensiero è totalmente rivolto alla Champions League. Il Real Madrid sa come riuscirci: a tre giorni dalla semifinale di ritorno contro il Bayern Monaco, i blancos si concedono il lusso di conquistare il "mini" derby con il Leganes. Contro i Pepineros (le due squadre sono divise da mezz'ora in automobile), gli uomini di Zinedine Zidane non incantano, anzi rischiano, ma portano a casa i tre punti: al Santiago Bernabeu finisce 2-1, grazie alle reti di Gareth Bale e Borja Mayoral. Un doppio vantaggio costruito tutto nel primo tempo (all'8' e al 45'): nella ripresa, al 66', è invece Darko Brasanac a tenere in partita la squadra di Asier Garitano fino al fischio finale.

Una vittoria tutto sommato importante, per il Real Madrid: le merengues salgono ora a 71 punti, appena uno in meno rispetto al secondo posto dell'Atletico. I Colchoneros scenderanno in campo domani contro l'Alaves, ma la squadra di Zidane deve ancora recuperare il match contro il Siviglia (in programma il 9 maggio). Il possibile sorpasso ai cugini del Cholo Simeone solletica così Zidane, nella settimana che condurrà al Clasico del Camp Nou di domenica 6 maggio.

Prima però, martedì 1, i bi-campioni d'Europa dovranno difendere un altro 2-1: quello conquistato nella semifinale d'andata di Champions League contro i bavaresi. Ecco perché Zizou ci va pesante con il turnover: rispetto al match dell'Allianz Arena, sono addirittura dieci i cambi alla formazione titolare. Riposo totale per Cristiano Ronaldo e Sergio Ramos (neanche convocati), tranquillo sabato in panchina per i vari Marcelo, Modric, Keylor Navas (per Kroos e Asensio, un pizzico di "straordinari" nel secondo tempo). A guidare le merengues, allora, ci pensa la BBB: Benzema, ma soprattutto Bale e Borja Mayoral.

Liga, il Real Madrid vince con la testa al Bayern Monaco

Al gallese bastano 8 minuti per trovare il 12° gol in Liga, il 15° stagionale (è il vicecapocannoniere della rosa, alle spalle di Cristiano Ronaldo): nelle ultime 5 apparizioni in campionato, sono così 4 i centri messi a segno dal numero 11. Il Leganes, a cui bastava un punto per chiudere già adesso la pratica salvezza, sfiora in tantissime occasioni il pareggio: due volte con Guerrero, oltre alla traversa scheggiata da Amrabat. Allo scadere del primo tempo, però, è ancora il Real Madrid a trovare il gol: Borja Mayoral trova il suo 2° centro in campionato (non segnava dal 17 settembre), dopo che l'arbitro aveva inizialmente annullato per fuorigioco (regolare invece la posizione dell'attaccante classe 1997).

Nella ripresa, i Pepineros trovano la rete del 2-1 con il serbo Brasanac, lasciato tutto solo davanti a Casilla. Il vice Navas, poi, si supera nel dire no al tocco a colpo sicuro di Unai Bustinza. Fino all'ultimo istante, gli ospiti pregustano un "pepinazo" bis: a gennaio sono stati proprio loro a eliminare i blancos dalla Copa del Rey, sbancando il Bernabeu nella notte forse più storica nella storia del club a sud-ovest della capitale spagnola. Stavolta è il Real però a festeggiare la vittoria: un passo importante nella sfida con l'Atletico per il secondo posto. Prima, però, c'è l'ennesima finale Champions da blindare.

 

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.