Europa League, stangata in arrivo per Simeone: rischia tre giornate

In seguito all'espulsione di Vrsaljko, l'allenatore dell'Atletico Madrid è andato su tutte le furie, inveendo nei confronti dell'arbitro: ora rischia una maxi squalifica dalla UEFA.

689 condivisioni 0 commenti

di

Share

Due gialli a Vrsaljko nei primi 10 minuti. L'Atletico Madrid rimane in dieci uomini nella semifinale d'andata di Europa League. Sono queste le premesse che hanno portato all'allontanamento di Diego Pablo Simeone dalla panchina dell'Emirates, reo di aver offeso ripetutamente il direttore di gara dopo l'espulsione del terzino croato.

Una reazione spropositata che non poteva non essere sanzionata dall'arbitro, Clement  Turpin. Simeone ha insultato a più riprese il fischietto francese poco dopo il rientro negli spogliatoi di Vrsaljko. L'episodio scatenante infatti è da ricondurre alla mancata ammonizione di Bellerin per un fallo su Lucas Hernandez.

Il Cholo a quel punto è andato su tutte le furie, superando il limite delle offese. Un comportamento che gli è costato l'espulsione, la quinta da quando è al comando dell'Atletico Madrid. Questa però potrebbe pagarla davvero cara: stando ai media spagnoli, oltre a saltare la partita di ritorno, Simeone rischia una squalifica di due o tre giornate. Potrebbe essere out per l'eventuale finale di Europa League a Lione.

Europa League, Simeone rischia una maxi squalifica

Si prevede una stangata. Di solito la UEFA usa la mano pesante con gli allenatori espulsi, e quella di Simeone potrebbe non essere un'eccezione. Qualora le immagini dovessero chiarire e confermare l'entità delle ingiurie, per il Cholo si metterebbe davvero male in vista dei prossimi impegni europei. A cominciare dalla semifinale di ritorno, che il tecnico dell'Atletico Madrid vedrà dagli spalti del Wanda Metropolitano e non dalla sua solita panchina.

L'allenatore dell'Atletico Madrid, Diego Pablo Simeone
Dopo l'espulsione Simeone rischia dalle due alle tre giornate di squalifica da parte della UEFA

Non solo. Molto dipenderà dal referto arbitrale del signor Turpin. Stando al regolamento, la squalifica dovrebbe essere di due giornale, alle quali se ne potrebbe aggiungere una terza se il direttore di gara dovesse tener conto del labiale di Simeone. Che nel post partita ha commentato così quanto accaduto nel momento del suo allontanamento:

Difficile parlare di quello che è successo, avete visto le immagini, gli arbitri giocano con le pulsazioni alte. Hanno deciso di espellere Vrsaljko e alla prima protesta di un giocatore dell'Arsenal hanno deciso che dovessi lasciare il campo

Durante la conferenza stampa il tecnico argentino si è detto soddisfatto della prova dei suoi, sottolineando il carattere della squadra. Non è facile giocare per 80' all'Emirates con un uomo in meno. Colpa della decisione di Turpin:

Sono rispettoso con gli arbitri. Questo è il calcio, tutti sbagliano, le scelte in questi casi sono determinanti. L'arbitro ha capito quello che ha capito e noi siamo stati costretti a sopravvivere in Europa League

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.