Bayern Monaco, Kahn contro Lewandowski: "Quando conta non c'è"

L'attaccante polacco ieri si è divorato il gol del 2-2 contro il Real Madrid. "In gare del genere sparisce, deve rendere di più", ha detto l'ex portiere dei bavaresi.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Non bastano nemmeno 39 gol stagionali per evitare le critiche. Non se ti chiami Robert Lewandowski. Lui non solo deve segnare, deve farlo nelle partite importanti. Ieri non ci è riuscito. Contro il Real Madrid è rimasto a secco e, cosa ancor più grave, ha fallito una clamorosa palla gol nella ripresa.

Il problema è che Lewandowski anche ai quarti contro il Siviglia non ha convinto. Due partite e zero gol. Compreso il ritorno degli ottavi contro il Besiktas l'attaccante polacco in Champions League non segna da quattro gare. Troppo per uno come lui. Perché Robert sfide così dovrebbe deciderle.

Per questo ieri Oliver Kahn, ex portiere del Bayern Monaco, è stato particolarmente critico con Lewandowski. Intervenuto su ZDF nel post partita la leggenda bavarese si è detto profondamente deluso dalla prestazione dell'attaccante polacco. Al punto da metterne in dubbio la reale forza.

Bayern Monaco, Kahn critica Lewandowski

L'errore di Lewandowski che, solo contro Navas, ha calciato la palla sul fondo sul risultato di 2-1, potrebbe essere decisivo per l'eliminazione del Bayern Monaco. Per questo Kahn è particolarmente arrabbiato con il numero 9 dei bavaresi. Anche perché pure per il resto il polacco è apparso decisamente sotto tono:

In queste partite Lewandowski si vede poco. Per lui il suo status è molto importante, viene riconosciuto ai massimi livelli come vuole lui. In partite così però poi non è all'altezza del proprio status

Vota anche tu!

Lewandowski è sopravvalutato?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Secondo Kahn, oltre all'incredibile errore di Rafinha, se il Bayern Monaco ieri è uscito dall'Allianz Arena con le ossa rotte è anche colpa Lewandowski:

La differenza l'ha fatta la capacità del Real di sfruttare le occasioni, mentre il Bayern sotto porta non è stato così freddo

D'altronde per gente come Robert non bastano nemmeno 39 gol stagionali per evitare le critiche. Bisogna segnare la rete giusta nella partita giusta. Altrimenti viene tutto messo in discussione.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.