Champions League, il Bayern Monaco ci crede: "Meritavamo noi"

Heynckes particolarmente amaro: "Abbiamo regalato i due gol con errori individuali". Muller suona la carica: "Il risultato negativo è anche colpa nostra".

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

C'è tanta rabbia in casa Bayern Monaco dopo la sconfitta in casa contro il Real Madrid nella semifinale d'andata di Champions League. C'è rabbia per le tante occasioni sprecate (specie da Ribery e Lewandowski), ma anche per il clamoroso errore di Rafinha che ha permesso ad Asensio di segnare il 2-1.

Sbollita la rabbia però bisogna trovare la forza di vedere il bicchiere mezzo pieno. Perché effettivamente il Bayern Monaco ha dimostrato che può giocarsela con il Real Madrid. Con la speranza che Alaba, Boateng e Robben possano recuperare per la gara di ritorno, i bavaresi al Bernabeu possono vincere.

Il sogno del Triplete in casa Bayern Monaco non è quindi ancora svanito. I tedeschi credono di poter ribaltare il risultato, anche se ovviamente non sarà affatto facile. I bavaresi però dovranno essere molto più cinici di oggi, dovranno fare una partita da Real Madrid.

Vota anche tu!

Il Bayern Monaco riuscirà a qualificarsi?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Champions League, i commenti dei giocatori del Bayern Monaco

Quel che Muller non riesce ad accettare è la sfortuna. Perché nel primo tempo il Bayern Monaco ha dovuto sostituire per infortunio sia Robben che Boateng. Si è ritrovato improvvisamente con due campioni in meno in campo (già infortunati Neuer, Alaba, Vidal e Coman) e Heynckes aveva due cambi in meno a disposizione.

Ovviamente non è positivo se nei primi minuti due giocatori come Robben e Boateng devono uscire. Eppure abbiamo sopperito bene alle assenze. Forse quel che ci ha contraddistinto nelle ultime settimane oggi ci è mancato, non siamo stati cattivi. Non abbiamo sfruttato le nostre occasioni, contribuendo al risultato negativo. Per questo la sconfitta fa male. Comunque siamo ancora in corsa

I giocatori del Bayern Monaco a fine partita
I giocatori del Bayern Monaco a fine partita

Anche Kimmich, autore del gol dell'1-0 in favore dei bavaresi, ha criticato velatamente i compagni di squadra (in particolare Ribery e Lewandowski, troppo spreconi sotto porta) che non hanno concretizzato le palle gol create dalla squadra:

Il Real Madrid ha calciato due volte in porta e ha segnato due gol. Noi abbiamo avuto molte più occasioni di loro. Per questo possiamo ancora qualificarci. Nel ritorno però dobbiamo essere più cinici

Comprensibilmente amareggiato anche Heynckes, che sogna di vincere il suo secondo Triplete di fila (nel 2013 si ritirò) e che vuole diventare l'allenatore più vecchio a vincere la Champions League:

Abbiamo regalato due gol al Real Madrid per nostri errori evidenti. Noi invece abbiamo avuto tantissime palle gol. Se non si sfruttano tutte queste occasioni non ci si può meravigliare se si perde contro avversari così. Oggi siamo stati carenti nelle conclusioni in porta, non siamo stati cinici come al solito. Gli infortuni? Per quel che riguarda Robben speriamo non sia nulla di grave. Su Boateng abbiamo sensazioni negative, credo che dovrà dare forfait. Noi comunque non molliamo. Se si creano tante palle gol vuol dire che non si è inferiori

Il Bayern Monaco ci crede e vuole la rimonta. Fra sei giorni al Bernabeu darà battaglia al Real Madrid. Ma dovrà essere molto più cinico.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.