Serie B: la storia di Caputo, trascinatore e goleador ad Empoli

L'attaccante di Altamura si è rivelato l'arma in più di questo Empoli, che grazie anche a Donnarumma può vantare uno degli attacchi più prolifici di sempre.

Ciccio Caputo, capocannoniere della Serie B, festeggia un gol con la maglia dell'Empoli

713 condivisioni 0 commenti

di

Share

Altro che Tavano e Maccarone. Se fate un giro a Piazza Farinata degli Uberti e chiedete quali siano stati i gemelli del gol più entusiasmanti degli ultimi anni vi risponderanno sicuramente: "Alfredo Donnarumma e Ciccio Caputo!". Andiamo con ordine però: l'Empoli, retrocesso in Serie B al termine della stagione 2016-2017, decide di rifondare totalmente la propria rosa, affidandosi ad un nucleo importante di italiani ricchi di calli per la cadetteria. I colpi da novanta, neanche a dirlo, sono appunto l'ex Salernitana e l'ex Bari. A destare scalpore in un agosto caldissimo furono però le cifre dell'affare che portò Francesco Caputo all'ombra del Castellani: 3 milioni di euro infatti furono pagati alla Virtus Entella, con il giocatore che firmò un contratto da mezzo milione a stagione.

L'Empoli festeggia una rete
L'Empoli festeggia una delle 82 reti messe a referto in stagione.

Cifre pazzesche per la Serie B, ammortizzate grazie al paracadute riservato alle retrocesse dal massimo campionato. Un acquisto però che si è rivelato fondamentale ai fini della corsa promozione dell'Empoli, che ha svoltato definitivamente dopo l'esonero di Vincenzo Vivarini in favore dell'ex tecnico della Roma Aurelio Andreazzoli. Sorride anche Caputo, che batte il suo record di marcature storiche - 18 con la maglia dell'Entella nel corso della passata stagione - in virtù delle 24 reti messe a segno a cinque giornate dal termine del torneo. Una gran bella soddisfazione per un attaccante alle volte troppo sottovalutato, nonché sfortunato in alcune fasi della sua carriera. Caputo che ha vissuto gran parte della sua storia sportiva in quel di Bari, lui che è originario di Altamura. Nel 2008/2009, al primo vero anno tra i professionisti, siglò 10 gol nel campionato di Serie B che valse ad Antonio Conte la promozione diretta con i Galletti.

Ciccio Caputo
Ciccio Caputo festeggia un gol con la maglia del Bari.

La sua carriera in maglia biancorossa vivrà delle parentesi lontane dalla Puglia in prestito, con Salernitana e Cesena che lo accolsero nei loro organici. Tornato definitivamente al San Nicola nel 2011, Caputo è costretto a saltare praticamente tutta la stagione 2013-2014 a causa del presunto coinvolgimento nello scandalo del calcioscommesse. Una squalifica che, in principio, sarebbe dovuta durare tre anni e sei mesi, ridotta però ad un anno dal TNAS. Il puntero altamurano, tuttavia, si è sempre dichiarato estraneo alla vicenda, con il Tribunale di Bari che lo ha assolto nel maggio 2016 relativamente al processo penale legato all'inchiesta. L'addio alla Puglia, così come i 35 gol in 82 presenze con la maglia della Virtus Entella ed i 117 totali in 294 apparizioni in Serie B, sono parte integrante del vissuto di un uomo prima che calciatore alla ricerca della definitiva consacrazione sportiva.

Serie B: Caputo punta al massimo campionato

Con una promozione ormai in tasca da mesi, con la matematica che potrebbe arrivare già in caso di vittoria con il Novara, l'Empoli si appresta a festeggiare il ritorno in Serie A dopo soltanto un anno dalla nefasta retrocessione della passata stagione. Certo è che i toscani approcceranno il massimo campionato con un'ossatura di squadra decisamente importante, e che potrebbe regalare diverse soddisfazioni ai tifosi se migliorata con i giusti correttivi d'esperienza. Con un tandem d'attacco come Donnarumma-Caputo, d'altronde, sognare non è certo così proibitivo. E chissà che proprio l'ex Bari, alla soglia dei 31 anni, non riesca a conquistarsi finalmente lo spazio che merita anche in A dopo le 13 presenze - condite con un gol - della stagione 2010/2011.

Krunic-Di Lorenzo-Caputo-Lollo: rivedi il poker azzurro al Frosinone!

A post shared by Empoli Fc Official (@empoli_fc_official) on

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.