Champions League, Klopp mette in guardia Salah: "Sa cosa lo aspetta"

L'egiziano è ancora in contatto con i suoi ex compagni di squadra. Che però, stasera, non gli riserveranno un trattamento di favore...

757 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il giallo non c'è più, è rimasto solo il rosso: Salah, la scorsa estate, ha cambiato maglia. Ha preso un volo di sola andata per l'Inghilterra, destinazione Liverpool. Ha salutato la Roma, che ha incassato tanto. Forse, però, alla luce di questa annata, quei 40 milioni più bonus sono troppo pochi per un giocatore che sta incantando. E che ha appena vinto il PFA Player Players' of The Year.

In Inghilterra il migliore è lui, lo dicono i colleghi. Lo dicono anche i numeri: 31 gol realizzati in Premier League e primo posto in Europa per la corsa alla Scarpa d'Oro. Meglio di Messi, meglio di Ronaldo, meglio di Lewandowski. Salah, in questo momento, è al top della forma. Anche in Champions League il suo bottino è invidiabile: 9 reti messe a segno fino a questo momento (41 totali in stagione). E adesso affronta la sua ex squadra.

La Roma conosce Salah, Salah conosce la Roma. L'egiziano ha dichiarato di aver sentito Totti la scorsa settimana e di essere rimasto in contatto con i suoi ex compagni. Che, comunque, questa sera non gli riserveranno un trattamento di favore. In campo l'amicizia verrà messa da parte per 90 minuti. Solo per il tempo di una partita. Solo per il tempo di una battaglia. Obiettivo: finale di Champions League. E sarà così anche il 2 maggio all'Olimpico...

Salah in allenamento

Champions League, Klopp e i difensori della Roma: "Salah sa cosa lo aspetta"

Manolas, Fazio e gli altri difensori giallorossi conoscono bene il loro ex compagno. Lo hanno visto correre e segnare (34 gol in due stagioni con la Roma), poi lo hanno visto partire. E stasera dovranno trovare il modo per fermarlo. Klopp sa che la retroguardia di Di Francesco non sarà clemente con il suo attaccante:

I difensori italiani sono famosi per non essere troppo amichevoli: Momo capirà abbastanza presto che quelli in campo non sono più i suoi compagni di squadra.

L'allenatore del Liverpool, inoltre, è consapevole del fatto che, se Salah adesso è diventato un fuoriclasse, il merito è anche del percorso fatto dall'egiziano a Roma, del lavoro svolto dallo staff giallorosso. Ma adesso le cose sono cambiate: il giallo non c'è più. I Reds si godono un attaccante devastante, che verrà schierato in campo proprio contro i suoi ex compagni. Contro il suo passato. Contro i suoi amici. Che, per una sera, diventeranno nemici.

Salah, ex giocatore della Roma
Una scena che stasera non rivedremo

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.