MotoGP, Marquez pole e penalità: partirà quarto davanti a Rossi

La spagnolo conquista la sesta pole di fila ad Austin (nessuno ci era mai riuscito in uno stesso GP) ma poi viene penalizzato per aver ostacolato Viñales nel giro veloce.

Marc Marquez

1k condivisioni 0 commenti

Share

Ha fatto tutto Marc Maquez. Ad Austin lo spagnolo ha conquistato la sesta pole di fila (nessuno è mai riuscito a conquistare sei pole consecutive nello stesso GP) e poi è stato sanzionato dai commissari con tre posti in griglia per aver ostacolato Maverick Viñales durante il suo giro veloce: parirà quarto davanti a Rossi e dietro a Viñales, Iannone e Zarco.

Sono felice per la pole, ovviamente non per la penalità. Ho già chiesto scusa a Viñales - ha detto Marquez - non mi ero accorto stesse arrivando perché io ero concentrato su Iannone. In ogni caso il passo è buono, la garà sarà domani. Non ho altro da dire

Lo dice ridendo, Marquez, consapevole che anche partendo in seconda fila sarà lui il favorito assoluto. Basti pensare che a 8 minuti dalla fine è caduto, ha fatto rientro ai box, preso la seconda moto e dato 4 decimi alla Yamaha risultando l'unico a scendere sotto il muro dei 2'04".

Alla fine Marquez e Viñales si sono chiariti. Il compagno di squadra del Dottore ha capito che il pilota della Honda non si era davvero accorto della sua presenza. Ma nonostante la sua buona fede, i commissari di gara hanno deciso ugualmente di sanzionare il classe '93. Che come detto partirtà in quarta posizione davanti a Rossi, Lorenzo, Crutchlow, Dovizioso, Pedrosa e Petrucci.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.