Calciomercato, Buffon dirà no al Boca Juniors: farà il dirigente

Il capitano della Juventus ringrazia, ma non si trasferirà in Argentina per giocare la Copa Libertadores. Per lui previsto un futuro dirigenziale in bianconero, in FIFA o in FIGC.

Gianluigi Buffon ha detto no: non chiuderà la sua carriera al Boca. Farà il dirigente

866 condivisioni 0 commenti

di

Share

Poteva essere ma non sarà: Gianluigi Buffon non vestirà la maglia del Boca Juniors a fine stagione. Il portiere della Juventus appenderà le scarpette al chiodo e si dedicherà alla carriera da dirigente. Una trattativa quella tra il capitano dei bianconeri e gli Xeneizes nata e finita nel giro di soli sei giorni dopo le indiscrezioni di Olè che aveva annunciato la possibilità che il portiere azzurro giocasse per qualche mese in Sud America.

A svelare la decisione di Buffon è stato Tuttosport. Secondo il quotidiano torinese, il portiere dirà il classico e cordiale 'no, grazie' alla proposta del club argentino. Una suggestione che aveva scaldato i cuori soprattutto dei tifosi argenti, ma anche questo è il bello e il brutto del calciomercato. Ad alimentare questa possibilità ci sono state anche le parole dell'allenatore degli Xeneizes che aveva parlato di un contatto tra Buffon e il suo presidente conclusosi con la promessa di risentirsi a maggio, alla fine della Serie A.

Una storia che aveva tutti i presupposti ideali per trasformarsi nella classica telenovela di calciomercato, ma alla fine sembra essersi concluso tutto con un nulla di fatto: Buffon chiuderà a maggio con il calcio giocato e poi deciderà il suo futuro che per ora sembra volerlo con un ruolo dirigenziale. Intanto di certo c'è che non lo vedremo giocare la Copa Libertadores col Boca Juniors.

Gianluigi Buffon a fine stagione si ritirerà dal calcio giocato: farà il dirigente

Calciomercato, Buffon dice no al Boca Juniors: sarà dirigente

Una suggestione, una pazza idea portata avanti dal Boca e dall'ex compagno di squadra Carlos Tevez che avrebbe voluto tentare assieme all'amico l'assalto alla Copa Libertadores facendo leva sul fatto che il portierone della Juventus non è mai riuscito ad alzare la Champions League. Però, a meno di clamorosi e inaspettati scenari Buffon non vestirà la maglia degli Xeneizes. Il numero uno della Juve e della nazionale sembra dunque intenzionato a chiudere con il calcio giocato dopo la fine della sua esperienza con i bianconeri.

Tra i motivi del no di Buffon agli Xeneizes, uno su tutti la volontà di restare in Italia e non sconvolgere gli equilibri familiari andando a giocare, anche se solo per pochi mesi, in Sud America. Chiuderà a fine maggio la sua esperienza da calciatore alla Juventus, indosserà giacca e cravatta, si accomoderà dietro ad una scrivania e farà il dirigente. Non è chiaro se per i bianconeri, la FIFA o la FIGC che da tempo strizza l'occhiolino al numero 1 della nazionale. Il futuro di Buffon in ogni caso è ancora tutto da scrivere, ma basteranno pochi mesi prima di conoscere la sua decisione definitiva.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.