Serie A, Gattuso dopo Milan-Benevento: "Che figuraccia, mi vergogno"

Le parole del tecnico rossonero dopo la sconfitta contro il Benevento.

Gattuso

1k condivisioni 1 commento

Share

Il Milan perde incredibilmente a San Siro contro il Benevento, Iemmello firma l'1-0 e scrive una pagina di storia del club campano. Nel post partita ha parlato così il tecnico dei rossoneri Gennaro Gattuso ai microfoni di Sky Sport:

Non basta solo giocare a calcio e saper impostare da dietro se poi manca l'animo, la voglia. Una settimana fa, dopo il Napoli, abbiamo ricevuto tanti complimenti, ora stiamo vivendo un'involuzione, facciamo le cose a metà. Siamo preoccupati, facciamo movimenti sbagliati. Il problema non è la punta o le due punte, che oggi hanno fatto un casino pazzesco. Dobbiamo ritrovarci, ritrovare la voglia, l'umiltà. In settimana non avevo ricevuto segnali negativi, ma se poi in campo facciamo tante giocate sbagliate mi faccio delle domande

Che l'intensità fisica stia venendo meno è un dato di fatto. Sapevo che avremmo faticato contro il Benevento, è una squadra sbarazzina. Sapevamo a cosa saremmo andati incontro. Abbiamo fatto una fiuguraccia, ci metto la faccia, è troppo facile dire che siamo stanchi e che abbiamo rincorso. Tutte le squadre sono stanche. Possiamo interpretare meglio le partite, dobbiamo farlo. A tratti sembravamo una banda musicale, facevamo movimenti al contrario. Oggi abbiamo fatto cose mai viste in negativo, non è un caso se fa 20 tiri in porta e zero gol 

La pressione che portavamo gli ha fatto il solletico. Ora dobbiamo guardarci in faccia e capire quali sono i problemi. Dobbiamo prendere la mazzata per reagire. Non basta saper giocare bene a calcio, serve applicazione, dobbiamo sentire un odore sgradevole prima, non dopo. Se questa fa più male dell'andata? Mi vergogno, provo tanta amarezza. Il pericolo io lo annusavo giorni fa, per questo il rammarico più grande è che forse non ho fatto capire ai miei giocatori quale pericolo stessimo correndo. Da parte mia c'è grande vergogna, mi sento il primo responsabile

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.