Milan a colloquio con l'UEFA: si è discusso il settlement agreement

Oggi una delegazione del club rossonero ha incontrato i vertici della Federazione per parlare delle opzioni sul rientro finanziario.

122 condivisioni 0 commenti

di

Share

AGGIORNAMENTO ORE 13 - Alle ore 13 l'ad del Milan Marco Fassone ha lasciato la sede di Nyon e ha parlato ai microfoni di Sky Sport 24: 

L'incontro è andato meglio rispetto a quanto ci aspettassimo, è stato un aggiornamento economico sull'annata in corso. Abbiamo presentato nuovamente il piano dei prossimi anni e poi c'è stata una dettagliata discussione. Ora faranno le loro valutazioni e ci faranno delle proposte. Visto che Milan ha un finanziamento con scadenza ravvicinata, abbiamo presentato una lettera del fondo Elliott, una presenza che simboleggia una sicurezza economica 

Sulla possibilità di un finanziatore cinese oltre a Yonghong Li:

Potrebbe darsi, dipende dall'azionista. Cosa rischia il Milan? Nelle precedenti gestioni non erano stati rispettati i parametri, quindi nelle proposte di agreement ci saranno molto probabilmente delle sanzioni. Speriamo siano contenute, ma ci saranno. Non credo ci saranno ripercussioni sul calciomercato, ovviamente non sarà come quello della scorsa estate. Io non venderei nessuno, ma non dipende da me. Credo sia verosimile dire che il Milan abbia l'esigenza di prendere due o tre giocatori e di venderne altrettanti

Serie A 2017/2018: chi vincerà il campionato?

Vota

Mentre la squadra allenata da Gennaro Gattuso sta faticando in campionato e lotta ancora per conquistare un posto nelle prossime coppe europee, la giornata di oggi potrebbe essere molto importante per il futuro del Milan. Perché a giocare una partita che rischia di essere fondamentale per il suo futuro, non sul campo, sarà la dirigenza rossonera.

In mattinata infatti una delegazione del club lombardo parteciperà ad un incontro con alcuni rappresentanti dell'UEFA per parlare della situazione finanziaria della società legata ai paletti imposti dal Fair Play Finanziario.

Il colloquio, che si terrà nella sede della Federazione a Nyon, avrà come argomento principale la possibilità di un settlement agreement che potrebbe essere concesso dall'UEFA dopo aver ricevuto alcune rassicurazioni sulla solidità del bilancio rossonero.

Dirigenza Milan
La dirigenza del Milan

Milan, incontro con l'UEFA: si discute sul settlement agreement

A rappresentare il Milan in questo incontro saranno l'amministratore delegato Marco Fassone, l'amministratore esecutivo Han Li e i due direttori finanziari della società Valentina Montanari e Alessandro Baj Badino.

A dicembre la commissione UEFA bocciò la richiesta di voluntary agreement per via di alcune incertezze sullo stato del rifinanziamento dei debiti da parte del club rossonero. Oggi quindi ci sarà una discussione su un eventuale settlement agreement, cioè un documento redatto dall'UEFA in cui vengono elencate le sanzioni che il Milan dovrà subire e che verranno rese note solo a fine campionato.

Secondo quanto raccolto da Repubblica, ci potrebbe infatti essere una multa nei confronti del Milan che oscillerebbe fra i 10 e i 20 milioni di euro. In più verranno applicate delle limitazioni alla rosa rossonera per le prossime partecipazioni alle coppe europee. Possibile anche la creazione di un tetto massimo per il valore dei giocatori in squadra: per schierare un nuovo calciatore bisognerà prima rientrare dalla cifra spesa per il suo cartellino vendendone altri.

I termini della proposta saranno comunque celati dietro il patto di riservatezza, quindi non saranno svelati neanche dopo l'eventuale firma del Milan sul settlement agreement. Ma l'incontro, che dovrebbe tenersi alle 11:30, può essere molto importante per le sorti del club nelle prossime stagioni europee.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.