Calciomercato, addio Wenger: si scatena il valzer delle panchine

L'addio dell'allenatore francese ai Gunners apre le porte a un'estate infuocata: Allegri, Ancelotti e Conte i nomi più ambiti. Ma c'è anche chi ha già scelto.

284 condivisioni 0 commenti

di

Share

Dopo 22 anni, Arsene Wenger non sarà più l'allenatore dell'Arsenal. Arrivato a Londra nel 1996, con i Gunners il francese ha vinto tre volte la Premier League e conquistato sette volte la FA Cup: tra i traguardi sfiorati anche la vittoria della Champions League nel 2006, con la sconfitta per mano del Barcellona nella finale di Parigi. Lascia una squadra sesta in campionato, distante dalla zona Champions, ma in semifinale di Europa League. E porta con sé un ampio ventaglio di interrogativi sul nome della prossima guida tecnica del club.

Quello riguardante la panchina dell'Arsenal non è il solo grande dubbio in vista del calciomercato degli allenatori nell'estate 2018: tanti sono i nomi in cerca di nuovi stimoli e con i fari dei top club puntati, a fronte di altrettanti colleghi in bilico.

PSG, Thomas Tuchel per la panchina 2018/2019
PSG, c'è Thomas Tuchel per la panchina 2018/2019

C'è però anche chi si è già portato avanti con l'opera: è il caso del Paris Saint-Germain, che ha trovato un'intesa con il tedesco Thomas Tuchel, fermo dall'addio del maggio 2017 al Borussia Dortmund. Sarà lui a prendere il posto di Unai Emery, sfiduciato dopo l'eliminazione negli ottavi di finale di Champions League per mano del Real Madrid.

Chi prenderà il posto di Wenger?

Si tratta della domanda che risuona da ore nei pub di mezza Inghilterra. Complicato raccogliere l'eredità di un lavoro ultraventennale, sebbene l'Arsenal non vinca la Premier League dalla stagione 2003/2004. E nella patria delle scommesse, non poteva che scatenarsi la corsa dei bookmakers alla quota dei papabili sostituti: all'Arsenal si potrebbe parlare italiano, con Carlo Ancelotti, Fabio Capello e Massimiliano Allegri sul taccuino dei Gunners.

Se però da un profilo esperto si decidesse di affidarsi ad un giovane, ecco che nel calciomercato delle panchine potrebbero spuntare due strade sin qui poco battute: la prima porta a Julian Nagelsmann, 31enne che guida l'Hoffenheim ma ambisce al salto di qualità. Ipotesi suggesiva è quella che porta a Patrick Vieira, ipotizzata dai media vicini al club. L'ex centrocampista e capitano oggi è allenatore del New York City, squadra in orbita Manchester City, e il suo ritorno potrebbe avere il sapore di una scossa positiva per l'ambiente. Più remote le possibilità legate a Thierry Henry, attuale vice di Martinez nel Belgio, e Mikel Arteta, oggi collaboratore tecnico di Pep Guardiola.

Patrick Vieira, oggi allenatore del New York City: futuro all'Arsenal?
Patrick Vieira, oggi allenatore del New York City: futuro all'Arsenal per lui?

Sliding doors in Premier League

Quella dell'Arsenal non è la sola panchina tra quelle dei top club destinate a cambiare proprietario: Antonio Conte è in odore di saluti al Chelsea, dove la storia potrebbe ripetersi. I Blues vorrebbero sostituirlo con Massimiliano Allegri, attuale allenatore della Juventus, come avvenuto a Torino quattro estati fa. Ma occhio anche a un altro "pasionario" come Diego Simeone dell'Atletico Madrid. Appare solida la posizione di José Mourinho al Manchester United, così come saldi sono Jurgen Klopp a Liverpool e Guardiola al City. Occhio al Tottenham, dove dopo quattro stagioni potrebbe essere tempo di addio con Mauricio Pochettino.

Chelsea, Antonio Conte verso l'addio
Chelsea, Antonio Conte verso l'addio in estate

Calciomercato e panchine, Liga e Bundesliga: occhio a Real e Bayern

Se nel Canale della Manica le acque sono agitate, spostandosi sulla terraferma Spagna e Germania mettono in mostra panchine più salde. Nella Liga non si prevedono scossoni ai piani alti, con Zinedine Zidane e Ernesto Valverde certi di avviare la stagione 2018/2019 rispettivamente con Real Madrid e Barcellona, mentre a Siviglia si ripartirà da Vincenzo Montella per seminare tracce più solide del nuovo ciclo dei Los Nervionenses. Occhio, però, alla Casa Blanca: voci insistenti vorrebbero Zizou pronto a lasciare la panchina di sua volontà per la troppa pressione. Solo in quel caso il club guidato da Florentino Perez potrebbe guardarsi intorno, con il commissario tecnico della Germania Joachim Low prima scelta.

Jupp Heynckes, futuro lontano dal Bayern Monaco?
Jupp Heynckes, futuro lontano dal Bayern Monaco: pronti Pochettino e Luis Enrique

Il calciomercato delle panchine riguarda una big anche in Bundesliga: il Bayern Monaco, non è un mistero, dovrebbe cambiare allenatore, nonostante l'esperto Jupp Heynckes abbia vinto il campionato e portato la squadra alla semifinale di Champions League. Saltata la pista Tuchel, due sono i nomi più insistenti: Pochettino e Luis Enrique, quest'ultimo libero dopo l'addio della scorsa estate con il Barcellona. I tifosi, però, vorrebbero ancora Heynckes. Cambio in vista anche per il Borussia Dortmund: Peter Stoger saluterà le Wespen a fine stagione e il tedesco del RB Salisburgo Marco Rose ha messo la freccia su Lucien Favre del Nizza per la sua sostituzione.

Serie A, tutto ruota intorno ad Allegri

Prima in campionato, prima incognita tra le panchine del futuro: è il destino della Juventus. Oggi Massimiliano Allegri guida i suoi nella lotta scudetto con il Napoli, ma medita anche sul futuro: già nella prossima settimana potrebbe esserci un incontro con il club e non è escluso che l'allenatore livornese possa voler cambiare aria dopo 4 stagioni insieme, con un titolo di Serie A da inseguire e una finale di Coppa Italia da disputare. A Torino seguono con attenzione Simone Inzaghi della Lazio, ma anche il portoghese Paulo Sousa (oggi in Cina al Tianjin Quanjian) è un profilo mai passato di moda.

Massimiliano Allegri e la Juventus a un bivio: resta o saluta?
Massimiliano Allegri e la Juventus, addio in vista?

Se in casa Juventus non ci sono certezze per l'allenatore del futuro, lo stesso si può dire per il Napoli: Maurizio Sarri è corteggiato dal Monaco e i risultati di questo finale di stagione potrebbero influire sulle sue scelte per la stagione che verrà. Sembrano scontate invece le conferme di Luciano Spalletti all'Inter ed Eusebio Di Francesco - semifinalista di Champions - con la Roma. Il passo avanti l'ha già fatto il Milan, prolungando il contratto di Gennaro Gattuso. A Bologna invece si avvicina l'addio con Roberto Donadoni: sulla panchina emiliana potrebbe sedere l'ex Ct della Nazionale Giampiero Ventura.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.