Moto GP, Rossi su Marquez: "Sorpasso senza senso. Dialogo? Non ancora"

In una conferenza stampa, il Dottore ha ribadito la sua posizione sullo spagnolo: "In Argentina poteva passarmi subito dopo. Parlare? Forse in futuro"

Moto GP, Rossi in conferenza parla di Marquez

219 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il duello Marquez-Rossi e il Gran Premio di Moto GP di Austin a fare da sfondo. Si apre così il lungo weekend delle due ruote: dopo la bufera in Argentina, con lo scontro tra i due piloti, il nuovo appuntamento della stagione è ancora focalizzato su quanto accaduto a Termas de Rio Hondo.

Lo spagnolo ammette lo sbaglio e giura: “Ho imparato dagli errori”. Ma intanto parla di un Valentino impaurito. Che non ci sta: in conferenza stampa, da solo, ha parlato e spiegato il momento particolare. Si abbassano i toni, non la rivalità.

Siamo solo al terzo appuntamento della Moto GP, animi già caldi, si parla tanto, anche troppo, dei continui litigi tra Marquez e il Dottore. La ferita si è riaperta, forse in maniera definitiva. Si ritornerà a correre a tutta velocità, ma le polemiche non sono ancora alle spalle.

Moto GP, Valentino Rossi in conferenza: "Confermo le mie parole dette in Argentina"

La Moto GP riparte da Austin, in Texas, con il GP delle Americhe. Il leader della classifica? Cal Crutchlow, primo britannico in cima al Mondiale dopo 40 anni. Tutto molto bello, ma a tenere banco nel mondo delle due ruote è solo e soltanto il duello, che si è di nuovo infiammato dopo l’Argentina, tra Valentino Rossi e Marc Marquez. L’italiano, in conferenza stampa, ha chiarito la situazione:

Guardiamo al futuro e pensiamo a questo weekend. Bisogna ricominciare a guidare la moto. Questa pista è difficile: lunga, con tante curve, dovremmo dare il massimo. Ho riguardato la gara dell’Argentina: confermo le mie parole dette a caldo dopo la caduta.

Due piloti che si siedono intorno ad un tavolo? Difficile, almeno secondo Valentino. Niente confronto a due come fecero Prost e Senna in Formula 1.

Forse non è ancora il momento, vedremo in futuro. Senna e Prost si giocavano il Mondiale. In Argentina quello accaduto non ha avuto alcun senso, Marc mi avrebbe comunque passato alla curva dopo. Il mio stato d’animo è buono. Certo, raccogliere qualche punto invece di cadere mi avrebbe fatto comodo. Ora serve correre, serve a tutti.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.