Premier League, quanti milioni ha speso il Manchester City in 10 anni?

I Citizens hanno superato il miliardo di spese negli ultimi dieci anni. E dopo aver vinto in Inghilterra, ora cercano il successo anche in Europa.

326 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ci sono cose che non si possono comprare, per tutto il resto ci sono i milioni. Per il Manchester City, fresco campione d'Inghilterra, la cifra sale fino a toccare quasi un miliardo e 400 milioni nel giro di 10 anni. Già, 10 anni: era il 2008 quando c'è stato il cambio di proprietà. Era il 2008 quando i Citizens hanno cambiato il corso della loro storia e di tutta la Premier League, andando a interrompere il dominio delle Big Four.

Il 1° settembre di 10 anni fa la società è stata rilevata dall'Abu Dhabi United Group del principe Mansur bin Zayd Al Nahyan. Gli emiri alla conquista del calcio inglese, il primo squillo porta un nome brasiliano: la lunga epopea degli acquisti è inaugurata da Robinho, prelevato dal Real Madrid per 43 milioni di euro. Un botto di mercato rumoroso, un messaggio preciso alla Premier League: il City fa sul serio.

Da lì in poi è stato un susseguirsi di grandi nomi. E di grandi cifre: Tevez (29 milioni) nel 2009, David Silva (28,75 milioni) e Balotelli (29,5) nel 2010. Un anno più tardi, per circa 27,5 milioni di euro, è arrivato Nasri dall'Arsenal. Un continuo: Dzeko (37), Aguero (40), Fernandinho (40), Jovetic (26), Mangala (30,5), De Bruyne (76). Un elenco che sembra infinito. No, non ci siamo dimenticati di uno degli uomini-simbolo: Yaya Touré. L'agente dell'ivoriano aveva chiesto al City: perché dovrebbe lasciare il Barcellona per giocare con voi? La risposta: 250 mila euro a settimana.

Premier League, Robinho al Manchester City
L'inizio di un'era

Premier League, l'impero del Manchester City: è (anche) questione di appeal

Nonostante le cifre messe sul piatto, per il Manchester City non è sempre stato facile convincere i giocatori al trasferimento. Perché c'è anche la questione appeal da tenere in considerazione. Il club era ancora in crescita: basti pensare che David Silva ha detto sì al trasferimento per i problemi economici del Valencia. E che Xabi Alonso, tra le due alternative, ha scelto di andare al Real Madrid.

E così la dirigenza dei Citizens provava ad alzare la posta in palio mostrando agli obiettivi di mercato i progetti del futuro campo di allenamento (!) e degli eliporti che la società di Abu Dhabi avrebbe messo a disposizione. E non sempre i piani della dirigenza sono andati a buon fine: nel 2012 è sfumato l'affare Hazard, con il talento belga che ha deciso di unirsi al Chelsea.

Premier League, Hazard e il mancato trasferimento al City
La linguaccia è per il Manchester City?

... e di trofei

L'appeal, comunque, va di pari passo con il prestigio del club. Che, da parte sua, va di pari passo con i trofei vinti. A fronte di tutti questi investimenti, quanto ha vinto il Manchester City negli ultimi 10 anni? Uno sguardo alla bacheca: la parte blu di Manchester dal 2008 ha conquistato 3 Premier League (2011-2012, 2013-2014 e 2017-2018), una Coppa d'Inghilterra (2010-2011) tre Coppe di Lega (2013-2014, 2015-2016, 2017-2018) e un Community Shield (2012).

Salta gli occhi un dato: i Citizens non hanno ottenuto nessun trofeo a livello europeo. Un dato che pesa, come pesa la recente eliminazione ai quarti di Champions League contro il Liverpool. Proprio per questo, il prossimo obiettivo di Guardiola è l'Europa. Proprio per questo, in estate il Manchester City tornerà a spendere. E non poco.

Guardiola conquista la Premier League con il Manchester City
Guardiola mentre alza la mano per chiedere un nuovo acquisto

Buoni (e costosi) propositi per l'estate

Dopo oltre 500 milioni spesi nelle ultime due stagioni, il Manchester City non ha intenzione di fermarsi: per il prossimo calciomercato estivo sono pronti altri 200 milioni di sterline. All-in sulla Champions League, la società (è il caso di dirlo) non bada a spese. Quattro nomi per il centrocampo, tutti con un costo di circa 40 milioni in sterline: Fred dello Shakhtar, Jean Seri del Nizza, Julian Weigl del Borussia e Jorginho. 

Per il fronte offensivo, invece, è corsa a due tra Lamar (90 milioni di sterline) e Mahrez. In particolare, per l'ala del Leicester i Citizens vorrebbero tentare un secondo affondo dopo il tentativo fallito a gennaio. Sul piatto 60 milioni di sterline. In difesa, infine, il nome è quello di Toby Alderweireld. La lista della spesa è pronta, così come il portafogli miliardario di un Manchester City che dopo i successi in Inghilterra vuole diventare grande anche in Europa.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.