Donnarumma scherza con lo zio: "Scusa, volevo togliere la mano"

Il portierone rossonero pubblica un video ironico su Instagram e fa infuriare i tifosi del Napoli: inondati di insulti i suoi profili social.

558 condivisioni 0 commenti

Share

Una parata che ha del miracoloso. Nessuna esagerazione, basta vederla per rendersi conto del gesto tecnico da fuoriclasse assoluto di Gigio Donnarumma. Correvano i minuti finali di Milan-Napoli, il risultato era sullo 0-0 quando la palla è arrivata a Milik. Il polacco era a pochi metri dalla porta, liberissimo di calciare. Sembrava una rete fatta, ma il suo mancino si è infranto incredibilmente contro la manona del portiere rossonero. 

Che non ha vissuto una domenica facile. Lui, di Castellammare, è stato insultato per tutta la partita dai tifosi ospiti arrivati a San Siro e nel post partita ha dichiarato: "Mi dispiace perché non ho mai detto nulla contro il Napoli, anzi. Ho sempre detto che è un piacere guardarli giocare, spero vincano lo Scudetto. Non capisco cori simili contro di me, il Napoli è la squadra della mia città". 

Ma oggi Donnarumma ha pubblicato un video su Instagram che sicuramente non aiuterà a ricucire il suo rapporto con la piazza azzurra. Il classe '99 scherza e si rivolge allo zio, tifoso del Napoli: "Scusa zio, non l’ho fatto apposta. Volevo togliere la mano ma non ci sono riuscito". E poi l'insulto "vafamm...". In questi minuti i social network del portierone sono stati letteralmente presi d'assalto da tifosi del Napoli che lo stanno inondando di insulti. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.