Clasico, Xavi: "Così il mio Barcellona ha battuto 6-2 il Real Madrid"

Il centrocampista dell'Al-Sadd torna con la mente al 2009.

214 condivisioni 0 commenti

Share

Un Clasico passato alla storia. Liga 2008/09, al Bernabeu il Barcellona vince clamorosamente 6-2 contro il Real Madrid grazie ai gol di Henry (doppietta), Messi (doppietta), Puyol e Piqué. Di quella partita è tornato a parlare Xavi, ex capitano blaugrana e attuale centrocampista dell'Al-Sadd. Ai microfoni del Daily Mail lo spagnolo ha parlato in particolar modo dell'importanza di Pep Guardiola in quella partita: 

La mossa decisiva fu quella di schierare Messi come falso nueve. Pep sapeva che i centrali del Real Madrid non avrebbero seguito Leo quando si abbassava, così a centrocampo eravamo in superiorità numerica: io, Messi e Iniesta contro due giocatori del Real

Poi Xavi si sofferma sul tecnico catalano: 

Lui vorrebbe che le partite durassero 10, 15 minuti di più. Ricordo gli inizi della sua carriera, quando arrivò al Barcellona molte persone dubitavano di lui. Iniziammo con una sconfitta e un pareggio, ma fin da subito la squadra girava. Dicevo ai miei amici: "Se solo riusciste a vedere come ci alleniamo, sono sicuro che vinceremo molti titoli"

E infatti con Guardiola in panchina arriveranno due Champions League, 3 Liga, 2 Coppe di Spagna, 3 Supercoppa di Spagna, 2 Mondiali per Club e 2 Supercoppe europee. 

Agli inizi Pep - continua Xavi - era nervoso, dopotutto si stava giocando il futuro. Ma tutto andò alla perfezione, con lui abbiamo vinto qualsiasi cosa. Il fatto eccezionale però è stato come abbiamo vinto, lasciando un segno nella storia

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.