MMA, UFC Glendale: Adesanya stoppa Vettori, Poirier vince ancora

"The Italian Dream" esce sconfitto per split decision dal confronto con Israel Adesanya, conducendo un ottimo terzo round ma perdendo di misura gli altri due.

Marvin Vettori piazza un middle kick su Israel Adesanya ©: UFC Europe official Twitter

76 condivisioni 0 commenti

di

Share

Notte di MMA per cuori forti quella terminata poche ore fa a Glendale, Arizona. In una main card ricca di pathos e spunti tecnici registriamo, purtroppo, la sconfitta di Marvin Vettori per split decision: alla fine delle tre riprese infatti è stato Israel Adesanya a portare a casa il match, in virtù di un primo round vinto di misura ed un secondo ben condotto. La terza ripresa, invece, è stata assai favorevole all'atleta di Mezzocorona, che ha imposto con superiorità il suo ground game.

Card principale che però è stata aperta da un'altra vittoria per decisione non unanime, vale a dire quella conquistata da Michelle Waterson su Cortney Casey. Gran performance da parte di "The Karate Hottie", che si impone su un'avversaria palesemente più grossa fisicamente.

Primo round in cui la Waterson patisce la potenza di braccia dell'avversaria, con la seconda ripresa che vede l'atleta della Jackson-Wink controllare a terra pur rischiando sui tentativi di sottomissione della Casey. Pregevole il side kick piazzato sul finire del round di mezzo, che scaraventa l'opponente dall'altro lato della gabbia. Ultimo giro di lancette che ha offerto lo stesso canovaccio della ripresa precedente, con la Waterson però decisamente più in controllo nelle fasi di stand-up.

Vota anche tu!

UFC Glendale: giusto il verdetto di Adesanya vs Vettori?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

MMA, UFC Glendale: Adesanya batte Marvin Vettori

Successivamente spazio al già citato match che ha visto protagonista il nostro Marvin Vettori, che si affida troppo tardi al suo ottimo ground game provando a gestire le prime due riprese con lo striking. Adesanya, che è un ex kickboxer con trascorsi anche al Glory, prende qualche colpo ma mostra comunque un certo controllo nelle fasi in piedi. "The Italian Dream" prova anche a controllare a parete in alcuni frangenti, tentando degli inside trip che però si rivelano molto poco funzionali per proiettare un ex K-1 fighter emigrato nelle MMA.

Probabile che un altro round gestito come il terzo avrebbe portato l'alfiere tricolore alla vittoria, deragliando l'hype train del neozelandese, che comunque ha mostrato tutti i suoi limiti. Limiti che ha palesato però anche l'angolo di Vettori, che avrebbe dovuto suggerire un gameplan diverso nella seconda ripresa. Piccolo appunto negativo su "The Last Stylebender", che nelle interviste post-match criticherà con cattivo gusto il verdetto del match dicendo: "Il giudice che ha dato il match a Vettori dovrebbe smettere di drogarsi".

Co-main event che ha visto, invece, Carlos Condit incappare nella sua quarta sconfitta consecutiva. Stavolta è toccato ad Alex Oliveira strappare un successo sull'ex campione pesi welter ad interim, che dopo aver ribaltato un'ottima situazione di svantaggio a terra nel primo round si fa chiudere in maniera abbastanza assurda una standing guillotine choke. Terza vittoria negli ultimi quattro match per il "Cowboy" brasiliano, che comunque ha anche mostrato i suoi limiti endemici nella notte di Glendale.

Main event che, infine, ci ha offerto il match che ci aspettavamo tra Justin Gaethje e Dustin Poirier. Il padrone di casa cade all'inizio del quarto round sotto i pesantissimi colpi del "Diamante della Louisiana", dando indirettamente ragione al vincente della contesa: pochi giorni fa, infatti, l'ex peso piuma aveva pronosticato una carriera difficile ad altissimi livelli per "The Highlight".

Il perché? Questo suo stile lo espone a troppi rischi, dettati dalla sua voglia di scambiare selvaggiamente e dal suo spirito combattivo di cui vi parlammo anche in uno degli scorsi "Inside the Cage". Seconda sconfitta consecutiva per KO per il buon Gaethje, che prima del suo secondo match in UFC poteva vantare un record di 18-0. Poirier, invece, agguanta la settima vittoria negli ultimi nove match, ergendosi a possibile title contender per le 155 libbre.

Il prossimo appuntamento con UFC

Giusto sette giorni ci separano dal prossimo evento UFC, con la promotion più importante al mondo nel settore delle MMA che tornerà nella notte tra sabato 21 e domenica 22 aprile in quel di Atlantic City, nel New Jersey. Tanti i protagonisti importanti anche nella main card della prossima settimana - da Barboza ad Edgar, passando per Swanson e Lee -, che verrà trasmessa in diretta esclusiva su FOX Sports, canale 204 di Sky!

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.