Barcellona, pronti 600 milioni per riqualificare il Camp Nou

Previsto l'ampliamento dello stadio fino a 105mila posti a sedere e la riqualificazione dell'area verde che circonda l'impianto: tutto a carico del club blaugrana.

Camp Nou, pronti 600 milioni di euro per la riqualificazione

172 condivisioni 0 commenti

di

Share

Poche ore dopo la clamorosa eliminazione in rimonta dalla Champions League per mano della Roma, il Barcellona cerca di rilanciarsi, dentro e fuori dal campo. La società blaugrana ha annunciato il raggiungimento di un importante accordo con il governo della città metropolitana di Barcellona per il consolidamento del progetto Espai Barça, un percorso voluto del direttivo del club catalano finalizzato a riqualificare lo storico stadio Camp Nou e l'area verde circostante.

La notizia è arrivata dopo un incontro dall'esito positivo tra la dirigenza del Barcellona, rappresentata dal presidente Josep Maria Bartomeu, il sindaco di Barcellona Ada Colau, esponenti dell'amministrazione e il responsabile del club per il progetto Espai Barça, Jordi Moix. Le parti hanno messo nero su bianco l'intesa raggiunta, ma sarà necessario attendere il consiglio comunale del 27 aprile per ricevere il definitivo via libera.

Solo l'approvazione plenaria del progetto da parte dell'assise entro fine mese potrà infatti garantire tra un anno esatto l'avvio dei lavori nella struttura, inaugurata nel 1957 e già ristrutturata nel 1984. Obiettivo primario di Espai Barça è quello di avvicinare ulteriormente il club alla cittadinanza, estendendo l'area del Camp Nou ai distretti di La Maternitat e Sant Ramon, dando così la possibilità al pubblico di accedere anche a spazi che in precedenza erano privati. Costo? 639 milioni di euro. Tutti a carico del club. Entusiasta il commento della Colau:

Si tratta di un progetto storico, figlio di una proposta condivisa. Il Barcellona e la città vivono una relazione speciale. Il Camp Nou non sarà più uno spazio chiuso e tutti gli interventi saranno a costo zero per il municipio.

Camp Nou, c'è l'ok per l'intervento di riqualificazione: il Barcellona investirà 639 milioni

Nei piani del Barcellona, i lavori dovrebbero concludersi - salvo modifiche dell'ultim'ora - nel 2021. L'area che sarà maggiormente coinvolta dall'operazione di restyling sarà quella esterna al Camp Nou. Dove oggi c'è il Mini Estadio, per esempio, sarà costruito un palazzetto dello sport aperto a più discipline, tra le quali il pattinaggio, e che farà da riferimento per la FCB Escola, i Summer Camp ufficiali del club catalano. Accanto al Palau Blaugrana sarà anche realizzato un parcheggio sotterraneo con 3200 posti auto e 1000 per moto.

Tra i punti che hanno accelerato l'arrivo dell'intesa con l'amministrazione Colau c'è l'intenzione del Barcellona di migliorare le possibilità di accedere al Camp Nou per chi si muove con i mezzi pubblici e l'ampliamento dell'area verde che circonda lo stadio a 27mila metri quadri. Elementi sottolineati da Janet Sanz, assessore comunale all'urbanistica:

La proposta si integra con il territorio e rompe una storica barriera urbana.

La domanda più ricorrente è una: come il Barcellona finanzierà il progetto? Risposte trovate e presentate dal club guidato da Bartomeu. La cessione del nome commerciale dello stadio sarà la principale fonte di entrate, con una stima vicina ai 300 milioni di euro, mentre altri 200 milioni saranno recuperati attraverso un prestito. La parte restante sarà coperta da altri incassi. Intanto, nel mirino c'è già l'estate 2019, quella in cui dovrebbero partire i lavori. Per dimostrare che il Barcellona per Barcellona è più di un club.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.