Real Madrid, c'è il via libera per il restyling del Santiago Bernabeu

Dalla giunta della capitale spagnola arriva il sì fondamentale per l'ammodernamento dello stadio: ecco come cambierà la casa dei blancos.

343 condivisioni 0 commenti

di

Share

Un passo avanti importante per il Real Madrid. E questa volta non ci riferiamo alla Champions League, dove gli uomini di Zidane affronteranno in semifinale il Bayern Monaco. La novità riguarda in questo caso i lavori per il nuovo Santiago Bernabeu. La giunta comunale della capitale spagnola ha infatti approvato il progetto di lottizzazione: detto in altri termini, una tappa fondamentale per dare il via al restyling dello storico stadio dei blancos. A quattro anni dalla presentazione di quello che diventerà il nuovo impianto madridista, il traguardo è davvero vicino.

L'inizio dei lavori è previsto già nei prossimi mesi: nelle idee del club, l'estate 2018 e quella del 2019 dovrebbero essere sufficienti per completare le operazioni di ammodernamento. L'impianto, inaugurato nel lontano 1947, è stato già oggetto di modifiche e ampliamenti nel corso dei decenni: con il prossimo intervento l'obiettivo, per citare le parole dello stesso presidente Florentino Perez, è quello di renderlo "lo stadio migliore del mondo".

Un traguardo molto ambizioso, per i quali i bi-campioni d'Europa e del mondo avrebbero sottoscritto un accordo con un finanziatore esterno. Dopo la rottura con Ipic (una compagnia governativa di Abu Dhabi), il Real Madrid si è trovato nella condizione di dover trovare nuove forze fresche. Secondo quanto rivelato dal sito specializzato Palco23, le merengues avrebbero già firmato un'intesa con un investitore ancora top secret: in cambio non sarebbe prevista la cessione dei naming rights (come previsto dal precedente accordo con Ipic), ma la garanzia di restituire i soldi e i relativi interessi.

Real Madrid, ecco come cambierà il Santiago Bernabeu

Ma torniamo alla notizia delle ultime ore: il via libera della Junta de Gobierno de Madrid. A cosa, nello specifico? Alla possibilità di demolire le due torri circolari, che caratterizzano la facciata ovest sul Paseo de la Castellana, oltre all'attuale centro commerciale (la Esquina). Grazie all'ok della giunta comunale, spiega il quotidiano AS, il club potrà sfruttare alcuni spazi destinati attualmente alla viabilità pubblica e alle attività sportive private. In totale, la superficie occupata dallo stadio arriverà a occupare quasi 83 mila metri quadri: di questi, poco più di 32 mila costituiranno le vie perimetrali dell'impianto, mentre altri 12 mila diventeranno un'area verde.

swww.realmadrid.com

Gli interventi più importanti riguarderanno però l'aspetto dello stadio stesso: la struttura sarà elevata di altri 12 metri, che permetteranno l'installazione della copertura retrattile. L'involucro esterno sarà invece caratterizzato da un sistema di illuminazione dai colori variabili, sullo stile dell'Allianz Arena del Bayern Monaco. Per quanto riguarda gli spalti, sarà aggiunta una nuova tribuna da 3.000 posti, ma la ridistribuzione delle file di sedili lascerà intatta l'attuale capienza di 81 mila spettatori. Un lavoro complessivo che dovrebbe costare 12,7 milioni di euro.

swww.realmadrid.com

Un esborso per cui il Real Madrid aveva raggiunto - come anticipato - un accordo con Ipic per la vendita dei naming rights: il nuovo stadio dei blancos si sarebbe perciò chiamato Ipic Santiago Bernabeu o Cepsa Santiago Bernabeu. Dopo le modifiche al progetto, introdotte dal consiglio comunale madrileno, la compagnia di Abu Dhabi ha però ritenuto che ci fossero le condizioni per rompere unilateralmente il contratto. A decidere in merito sarà la Camera di Commerciale Internazionale di Parigi, ma le merengues avrebbero comunque ovviato tramite l'intesa con l'investitore ancora top secret.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.