NBA Eastern Conference preview: Raptors favoriti, LeBron permettendo

DeRozan e Lowry sono i favoriti a Est e vogliono dimenticare le brutte avventure playoffs del passato, mentre James vuole un'altra finale.

Raptors decisi ad andare in fondo

16 condivisioni 0 commenti

di

Share

Dopo un'ultima nottata che ha ratificato solamente ciò che era già deciso da qualche giorno, l'NBA abbraccia i playoffs che partiranno nella notte tra sabato e domenica con un primo turno che nella Eastern Conference vede le solite conferme di Raptors, Celtics e Cavaliers come favorite, unendoci anche dei Philadelphia 76ers con il vento in poppa. Per provare a guastare la festa servirà un'impresa di una tra Wizards, Bucks, Pacers o Heat. Noi abbiamo analizzato le serie di primo turno con le chiavi di lettura e possibili soluzioni tattiche.

Raptors-Wizards, la serie più chiusa

NBA: (1) Toronto Raptors - (8) Washington Wizards

È la serie senza dubbio più chiusa del tabellone della Eastern Conference non solo per la forza dei Raptors, ma anche per l’inconsistenza e le idiosincrasie dei Wizards.
L’infortunio di Wall ha tarpato le ali a un roster che, a livello di talento a Est può primeggiare, ma quando la stella si è fermata ai box, la squadra ha trovato qualche risorsa insperata. Purtroppo ha anche fatto fuoriuscire tutti i problemi interni che stavano sotto il tappeto con Beal e Gortat molto poco velati nel puntare il dito contro il proprio leader. Ne è uscito un finale di stagione tragico che ha visto come uno dei pochi sussulti la partita del 31 marzo con Wall che torna in campo con 15+14 e la coppia Porter-Beal che fattura 48 punti. Questo spiega il notevole talento a disposizione di Brooks, ma le quattordici sconfitte nelle ultime ventuno giocate parlano anche di problemi difficili da risolvere.

I Raptors invece giocano un basket rivoluzionario rispetto al recente passato che li ha visti prendere più batoste che soddisfazioni, soprattutto nelle gare uno interne. Ora non sono più solo DeRozan e Lowry (ottavi in punti per possesso senza le stelle in campo dopo essere stati trentesimi l’anno scorso), ma hanno tanti giocatori importanti che escono dalla panchina godendo della fiducia delle due superstar, disposte maggiormente a condividere palloni e responsabilità, capendo che serve l'apporto di tutti in ogni momento. DeRozan è dietro solo a Crawford e Rondo per mole di tiri tentati nei playoffs NBA con minore percentuale e anche Lowry non è stato sempre brillante nella storia recente della postseason; per questo la nuova logica di questa squadra sembra che porti alla maturità per un viaggio in finale.

James-Oladipo, la sfida

(4) Cleveland Cavaliers - Indiana Pacers (5)

Nonostante scontro di metà tabellone dovesse essere il più aperto, la supremazia di James e compagni in questo turno sembra piuttosto evidente. Oladipo sarà con tutta probabilità il giocatore più migliorato della stagione e, se parliamo di metamorfosi vincenti, la squadra di McMillan è sicuramente nelle nomination all’Oscar anche alla luce dei tanti elementi che dovevano dimostrare qualcosa. Che le motivazioni e la voglia di emergere di questi Pacers possano portare via più di due partite ai Cavs sembra difficile, anche perchè LeBron ha detto una frase tanto importante quanto vera:

Non importa il seed con cui mi qualifico, perchè quando entro nel tuo palazzetto per una gara di playoffs, devi avere paura

In caso James riuscisse a passare questo turno sino alla finale NBA sarebbe l’ennesima impresa, ma almeno per questo scontro gode ancora del favore del pronostico nonostante una stagione travagliata, iniziata male in estate con la dipartita di Irving e proseguita peggio con la grana Isaiah Thomas e la rivoluzione all'interno del roster.

Simmons al primo test playoffs

(3) Philadelphia 76ers - (6) Miami Heat

Questo è il classico esempio di come il gioco da playoffs possa ribaltare un risultato che sembra scritto. Philadelphia arriva da testa di serie numero tre e con sedici vittorie consecutive all’attivo, mentre gli Heat non hanno ancora capito per davvero di che pasta sono fatti. Il punto a favore di questi ultimi è l’esperienza, infatti i tanti lupi di mare a disposizione di Spoelstra possono colmare il gap di brillantezza, atletismo e talento che c’è tra queste due squadre, dimostrando quanto in postseason si giochi un altro basket.

Phila arriva con il vento in poppa e tanta spensieratezza da gioventù, ma dovranno resettare tutto ciò che è successo sin qui preparandosi a fare a sportellate, sporcarsi le mani e lottare su ogni pallone per poter mettere sulla bilancia a proprio favore il talento di una squadra destinata a dominare negli anni a venire. Per ora non sanno nemmeno loro cosa aspettarsi da questa serie, di certo se guardiamo la carta non ci sono tante squadre con profondità, atletismo e concretezza come quella di Brown.

Giannis contro tutta Boston

(2) Boston Celtics - (7) Milwaukee Bucks

Il disfattismo dopo l’infortunio che ha chiuso la stagione di Irving è stato dilagante, ma questi Celtics hanno dimostrato che il sistema viene prima di tutto e hanno vinto tante partite, anche importanti, senza le proprie stelle. In attesa del prezioso ritorno di Marcus Smart, è possibile che in questo primo turno si possa giocare ancora con i favori del pronostico e ottime chances di passaggio alle semifinali di conference.

Dall’altra parte tutto gravita intorno ad Antetokounmpo che sarà in grado senza dubbio di piazzare almeno un paio di zampate vincenti, ma l’impressione è che sia difficile pensare a qualcosa di più che un’onesta resa. Stevens è allenatore da playoffs, sa come aggiustare le serie, anche in situazioni di emergenza e questo fa pendere l’ago della bilancia verso i biancoverdi che stanno commuovendo la lega sia per la sfortuna che per la resilienza e la capacità di trovare risorse insperate.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.