MMA: UFC Glendale, guerra fra Gaethje e Poirier. Torna Vettori

Grande card a Glendale, nel main event si scontrano Justin Gaethje e Dustin Poirier. Torna anche Marvin Vettori, che affronterà Israel Adesanya.

94 condivisioni 0 commenti

di

Share

Tra sabato 14 e domenica 15 aprile (dalle ore 2 su Fox Sports, canale 204 di Sky) tornerà in scena UFC dalla Gila River Arena di Glendale, Arizona. Dopo il parziale insuccesso di UFC 223, dovuto ai continui cambi di avversario per Khabib Nurmagomedov, ai match saltati, all'hype che è andato pian piano scemando, la promotion riparte da una card molto solida che vede nomi importanti nella sua main card.

Infatti in Arizona apriranno la card due atlete nella categoria dei pesi paglia, entrambe nella top 10 di divisione in UFC. Michelle Waterson (14-6), detta "The Karate Hottie", affronterà la dura Cortney Casey (7-5). La Waterson, ottima striker con uno stile mutuato dal karate, in stance molto laterale, capace di difendersi da terra, ma con una chiara predisposizione nella fase in piedi, è reduce da due sconfitte consecutive, rispettivamente contro l'attuale campionessa Rose Namajunas e contro Tecia  Torres.

Parziale di una vittoria e due sconfitte negli ultimi tre match per la Casey, anch'ella striker di buon livello. Mai finalizzata in UFC, ha offerto grandi battaglie contro Claudia Gadelha, Jessica Aguilar e Felice Herrig, dimostrandosi una buonissima atleta capace di rimanere ai livelli più alti nonostante le sconfitte. Un buon match in apertura per riscaldare subito gli animi degli spettatori.

MMA, UFC Glendale, torna in scena Marvin Vettori

Il secondo match coinvolge il pubblico italiano in maniera particolare. Per la prima volta infatti Marvin Vettori (12-3), nostro rappresentante nella categoria dei pesi medi, farà il suo esordio in main card e vedrà contro di lui un avversario tutt'altro che facile: Israel Adesanya (12-0). Adesanya è imbattuto nelle MMA, ma è il suo record combinato di muay thai, boxe e kickboxing a fare impressione: 82 vittorie, 6 sconfitte e 2 pareggi. Marvin ha ripetuto più volte di non temere il feroce striker nigeriano naturalizzato neozelandese, ma il match dovrebbe essere portato sui binari più congeniali all'italiano proprio a causa dell'estro e delle capacità di Adesanya in fase di striking.

Adesanya non è uno scherzo: dalla lunga distanza mette colpi che fanno davvero male, ha concretizzato 12 finalizzazioni in altrettanti match nelle arti marziali miste e non ha paura di nessuno. Inoltre, difende bene i takedown - pane e burro del nostro alfiere - si rimette velocemente in piedi e ha colpi rapidi e violenti in risposta. Il match contro Akhmedov ha detto molto dello striking di Vettori. Adesanya è molto sciolto e rilassato e la risoluzione ottimale per Marvin sarebbe quella di portare a terra e sottomettere il suo avversario. Una dura prova attende il nostro Marvin, una prova che potrebbe definitivamente consacrarlo come uno dei prospetti più promettenti in UFC.

Il co-main event, al limite delle 170 libbre, vede il ritorno in gabbia di Carlos Condit (30-11), reduce da tre sconfitte consecutive. Davanti a lui, il pericoloso Alex "Cowboy" Oliveira (18-4). Il ritorno in gabbia di Condit contro Neil Magny è stato molto scialbo. Il Natural Born Killer non è riuscito ad esprimere le proprie caratteristiche al meglio. Condit è notoriamente un "motore diesel", dà il meglio di sé nelle battute finali e spesso porta a casa la vittoria negli ultimi istanti del match. Non c'è riuscito contro Magny, tenendo un profilo molto basso. Il suo avversario Alex Oliveira è un fighter praticamente completo.

Non ha una gestione ottimale delle distanze, ma riesce ad incassare tantissimi colpi violenti e tiene benissimo l'ottagono con una grande presenza fisica. Dotato anche di una buona muay thai, rimane un match ottimale per il rientro di Condit che, da ex contendente al titolo, mira sicuramente al livello più alto della competizione. Un livello che Oliveira può offrirgli, dopo un match stupefacente combattuto contro un furioso Yancy Medeiros che è stato Fight of the Night a UFC 218.

E finalmente si arriva al main event nella categoria dei pesi leggeri. Un match che si preannuncia come una guerra fra due fighter che sono l'emblema e la garanzia di un match spettacolare. Stiamo parlando di Justin "The Highlight" Gaethje (18-1) e di Dustin "The Diamond" Poirier (22-5). Due fighter d'élite, rispettivamente numero sei e numero cinque dei ranking. Uno scontro che dunque potrebbe essere un'eliminatoria per il prossimo sfidante titolato in assenza di Tony Ferguson e Conor McGregor. Poirier stava portando a casa il match contro Eddie Alvarez, ma ha subito il ritorno dell'ex campione ed ha ceduto il passo a causa di un colpo di ginocchio illegale che ha reso il match un No Contest a UFC 211. Dustin si è rifatto in a UFC FN 120 mettendo a segno un TKO al terzo round contro Anthony Pettis. Striker d'élite e molto tecnico, sfrutta ottimamente il counterstriking ed ha grande precisione nei colpi, oltre a un buon controllo delle distanze.

L'esatto opposto, seppur sullo stesso piano, di Justin Gaethje: brawler tipicamente old school, fa della durezza psicofisica e della potenza nei colpi i propri cavalli di battaglia. Combattente duro e spigoloso, è andato incontro alla prima sconfitta in carriera contro Eddie Alvarez in un match che è già un classico. Aveva più volte asserito di voler trovare un uomo che lo facesse rimanere faccia al tappeto. Dopo 18 vittorie, c'è riuscito proprio Alvarez, ma Justin è già pronto a rientrare in pista.
Un match quasi imprevedibile dunque fra due veri gladiatori, che terrà senz'altro alta l'attenzione degli osservatori.

Vota anche tu!

Chi vincerà fra Justin Gaethje e Dustin Poirier?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.