Champions League, l'ultima di Buffon tra gli applausi del Bernabeu

Il capitano della Juventus potrebbe aver dato l'addio alla Champions con l'espulsione di Madrid e l'eliminazione ai quarti di finale.

993 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ore 22.36 dell'11 aprile 2018. Segnate con attenzione questa data. Potrebbe essere la fine dell'esperienza di Gianluigi Buffon in Champions. La sliding door della carriera del portiere della Juventus sta in un calcio di rigore concesso al Real Madrid dall'arbitro inglese Oliver sul punteggio di 3-0 per Mandzukic e compagni. Una scelta che ha portato alle proteste vibranti della formazione di Massimiliano Allegri, guidata dal suo capitano. Reazione alla quale il fischietto inglese ha replicato estraendo il cartellino rosso.

Una scelta, quella di Oliver, dettata dalla rabbia mostrata da Buffon. Parole dure, pronunciate in un faccia a faccia punito dal fischietto 33enne con l'espulsione. Nessuna possibilità di provare ad opporsi al calcio di rigore di Cristiano Ronaldo, che ha successivamente battuto Szczesny consegnando al Real Madrid il pass per le semifinali di Champions League, e uscita di scena in uno degli stadi più importanti d'Europa.

Nonostante la tensione e la posta in palio, il pubblico del Bernabeu ha dimostrato enorme sportività: davanti ad un Gigi Buffon che abbandonava il campo mesto e a testa bassa, i tifosi spagnoli e quelli italiani presenti si sono uniti in un forte applauso, tributato ad uno dei portieri più forti nella storia del calcio. Un omaggio senza colori, quello del Bernabeu, che il pubblico di Madrid aveva già tributato in passato ad altri campioni italiani come Francesco Totti e Alessandro Del Piero

Espulsione e applausi del Bernabeu: l'ultima di Buffon in Champions League?

Volto cupo, eliminazione, rammarico nel postpartita e una sensazione di vuoto: l'espressione di Buffon al fischio finale di Real Madrid-Juventus 1-3 ha ricordato a tanti tifosi quella mostrata dal portiere nella serata del 13 novembre 2017 a San Siro, dopo il pareggio contro la Svezia che aveva estromesso l'Italia dalla corsa ai Mondiali di Russia. Quella sera il portiere aveva dato l'addio ai colori azzurri, salvo accettare la chiamata ad interim del ct Di Biagio per le sfide amichevoli contro Argentina e Inghilterra. Ora il sodalizio con la Champions League potrebbe essere davvero all'ultimo capitolo.

13 novembre 2017, Buffon in lacrime dopo Italia-Svezia
13 novembre 2017, Gigi Buffon in lacrime dopo Italia-Svezia 0-0

Un rapporto agrodolce, quello tra Buffon e la Champions League. Passato per 118 partite nella fase finale, delle quali 108 vissute con la maglia della Juventus: dal 2001 ad oggi, in bianconero ha vissuto tre eliminazioni agli ottavi di finale, due clamorosi addii nella fase a gironi (2001/2002 e 2013/2014, quest'ultima a Istanbul contro il Galatasaray), il ko nei quarti tra il 2005 e il 2006 per mano di Liverpool ed Arsenal, ma anche notti da incorniciare come la semifinale vinta contro il Real Madrid nel 2003 a Torino. Di fronte, quella notte, da avversario c'era Zinedine Zidane. Con l'attuale allenatore delle merengues, che ieri ha assistito all'addio al campo di Gigi, Buffon potrebbe condividere l'epilogo: espulso, come Zizou nella finale mondiale 2006 di Berlino con la Francia.

Real Madrid-Juventus 1-3. la rabbia di Gigi Buffon
Real Madrid-Juventus 1-3. la rabbia di Buffon contro l'arbitro Oliver

Oltre 20 anni dopo i primi passi nella competizione nella quale aveva esordito con la maglia del Parma contro il Widzew Lodz il 13 agosto 1997, secondo turno di qualificazione, Buffon rischia di salutare con un'espulsione la coppa per club più ambita del calcio europeo. Senza averla mai sollevata, nonostante tre finali disputate nel 2003 contro il Milan, nel 2015 contro il Barcellona e nel 2017 contro il Real Madrid. Della serata del Bernabeu restano gli applausi senza filtri verso una bandiera che a fine stagione potrebbe dare l'addio al calcio.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.