Champions League, 5 fotogrammi per descrivere Real Madrid-Juventus

L'espressione contorta di Nedved, l'esultanza senza freni di Buffon, il sorriso rabbioso di Higuain: sui volti bianconeri, gli highlights della partita.

656 condivisioni 0 commenti

di

Share

Un boccone che proprio non va giù. Difficile da ingoiare, dopo una cena così: primo e secondo piatto a cura dello chef Mandzukic, il contorno di Matuidi. Mancava solo il dolce, ma lo ha servito Cristiano Ronaldo. Un rigore andato di traverso alla Juventus: 1-3 finale e bianconeri eliminati dalla Champions League. Conto salatissimo, caffè escluso. E il coperto al Bernabeu si paga eccome.

Sui volti che escono dal ristorante di Madrid si vedono solo facce scure, contorte, contrite. Le parole sono pesanti, sono smorfie che prendono voce: da Agnelli a Buffon, dichiarazioni al vetriolo. Voto al ristorante: una sola stella. Il servizio non è stato dei migliori: bocciata la direzione di gara dell'arbitro Michael Oliver.

Quello che resta della semifinale di Champions League tra Real Madrid e Juventus è un senso di amaro in bocca per un eliminazione allo scadere. E un polverone di polemiche che si è alzato e ha coperto tutto. Ma c'è stata anche una partita. Sotto la polvere, sotto le polemiche spuntano 5 immagini del match. Rabbiose, di festa, di perplessità: 90 minuti di emozioni contrastanti.

Champions League, fotogramma n°1: la perplessità rabbiosa di Higuain

Dite al Pipita che non è vero. Ditegli che non è successo niente, che adesso arrivano i supplementari. Diteglielo, altrimenti lui spaccherà in due la parte superiore della panchina. Si trasformerà in Hulk e distruggerà tutto. Higuain trattiene l'ra che ha in corpo, si aggrappa a qualcosa di tangibile per vedere se è tutto reale. Se sta accadendo davvero. Sorride amaramente. Sorride di rabbia.

2) "You Pay" by Giorgio Chiellini

Messa così sembra quasi una canzone. Un successo rap, un pezzo di Eminem. Chiellini si ribella, gesticola, ce l'ha con Varane e si muove come un rapper. Avete pagato, avete pagato, l'indignazione in versi. Un'immagine che resterà, anche senza sottofondo musicale.

3) La meravigliosa esultanza di Buffon

L'eliminazione dalla Champions League non cancella un momento memorabile: la Juventus era riuscita a recuperare una qualificazione che sembrava ormai persa. Partita perfetta di Buffon, che guadagna un 10 sul campo anche per l'esultanza dopo il gol di Matuidi: il numero 1 impazzisce di gioia e di grinta, muove le mani come a prendere a pungi qualcosa, grida, saltella, urla. Un festeggiamento totale.

4) Allegri che chiede ai suoi di usare la testa

Segna Matuidi, i bianconeri esultano, però ancora non è finita. Le telecamere vanno a pescare Allegri, che si rivolge ai suoi con un gesto semplice: indica la testa, la concentrazione, un invito a restare calmi, a ragionare. Lo dice digrignando i denti e portando entrambi gli indici alle tempie. Adrenalina in giacca e cravatta.

5) La faccia di Nedved

Ecco, la faccia di Nedved la dice lunga su come sia andata la partita. La frustrazione esplode, il dirigente punta il dito a terra, il viso si contorce, gli occhi pieni di rabbia cercano altri volti, cercano appoggio, così no, così no, così no. La faccia di Nedved è la faccia di uno che non ci sta a perdere così, e invece deve accettarlo. 

Fotogramma Erasmus

Nel frattempo, un ragazzo in Erasmus a Monaco seguiva la Juventus con trasporto. 

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.