WWE RawAfterMania, torna Bobby Lashley (e non solo): 4 debutti da NXT

The Dominator rientra ufficialmente nel wrestling di Vince McMahon, Paige annuncia il suo addio. E da NXT arrivano gli Authors of Pain, Ember Moon e No Way Josè.

165 condivisioni 0 commenti

di

Share

Neanche 24 ore fa, il Mercedes-Benz Superdome di New Orleans ospitava WrestleMania 34, regalando agli appassionati del wrestling WWE una serata davvero emozionante.

Qualche risultato prevedibile e molti colpi di scena hanno lasciato senza fiato i 78133 fan, arrivati da 50 Stati e 67 paesi nel mondo, portando ben 14,1 milioni di dollari nelle casse dell'azienda di Sport-Entertainment di Vince McMahon.

Un enorme successo, insomma, che come da tradizione viene seguito dalla puntata di RawAfterMania, cioè quella immediatamente successiva allo Showcase of The Immortals, storicamente sempre di altissimo livello sulla scia di WrestleMania. Ed effettivamente è stato così anche stavolta, come vi racconteremo tra poco nella consueta rubrica WWE-ek Raw a cura di FOXSports.it.

WWE RawAfterMania

La prima a fare il suo ingresso è la Commissioner Stephanie McMahon, con il braccio sinistro avvolto in un tutore. Il pubblico la deride per la sconfitta a WrestleMania 34, lei risponde che invece dovrebbero apprezzare gli sforzi che ha fatto per essere sul ring e competere a quei livelli, tra l'altro riuscendo a tirare fuori il meglio da Ronda Rousey.

E l'ex campionessa UFC viene chiamata sul ring. Rowdy la raggiunge, molto sorridente e accolta alla grande dallo Smoothie King Center.

Stephanie le fa i complimenti e riconosce la sua vittoria, poi le offre una stretta di mano per mettere tutto alle spalle. Ronda accetta e la abbraccia anche, tra i "buu" del pubblico. Poi però cambia espressione e la blocca di nuovo nell'Armbar, infierendo sul braccio dolorante e andandosene via nell'ovazione generale.

Nia Jax e Ember Moon vs Alexa Bliss e Mickie James

Nia Jax fa il suo ingresso per celebrare la vittoria del titolo femminile di Raw, ma viene interrotta dall'ingresso di Alexa Bliss e Mickie James. Le due dicono alla campionessa che lei è sola e che per questo non ha una partner stasera.

Vengono interrotte però dalla stessa Nia Jax, che dice di avere una partner e che il suo nome è Ember Moon. L'ex campionessa di NXT fa così il suo debutto a Raw in un Tag Team Match, che viene vinto grazie proprio a una Eclipse su Alexa Bliss.

Backstage

Braun Strowman e Nicholas, il bambino di 10 anni pescato tra il pubblico e diventato campione di coppia di Raw, raggiungono il GM Kurt Angle - che al telefono ufficializza l'inizio dello Shake-Up la prossima settimana - e a malincuore riconsegnano i loro titoli.

Una scelta dolorosa, ma dovuta ai conflitti di programma tra gli impegni WWE e quelli della quarta elementare del bambino. Però viene fatta una promessa: non appena terminerà gli studi, tornerà a prendersi i titoli proprio con quelle mani.

No Way Josè vs John Skyler

Parte la festa a Raw, perché dal backstage sbuca un nuovo acquisto da NXT: No Way Josè fa il suo ingresso alla guida di un trenino e si prepara per affrontare uno sconosciuto locale, John Skyler, di cui si libera facilmente grazie al KO Punch, per poi far ripartire la festa all'interno dell'arena.

Backstage

Cesaro e Sheamus raggiungono Kurt Angle e gli domandano se abbia intenzione di ridare loro le cinture subito oppure attraverso una cerimonia. Il GM risponde che lui ha altre idee, come quella di indire un torneo tra Tag Team, con i finalisti che sfideranno proprio The Bar alla Greatest Royal Rumble in Arabia Saudita per la vittoria dei titoli di coppia di Raw.

The Revival vs Luke Gallows e Karl Anderson

Primo incontro del torneo a eliminazione stabilito da Kurt Angle e subito prima sorpresa visto che a vincere sono i Revival, grazie alla Shatter Machine eseguita su Anderson, con schienamento da parte di Wilder a seguire.

Seth Rollins on the ring

Seth Rollins sale sul ring per celebrare la vittoria del titolo intercontinentale, dicendo di essere veramente Seth Freaking Rollins e che la formula Grand Slam Rollins (subito cantata da tutti) funziona davvero bene. Lo raggiunge Finn Balor, che gli fa i complimenti per la vittoria meritata, ma dice che adesso si propone per essere il suo primo sfidante, perché a WrestleMania 34 c'è stato un vincitore, uno sconfitto e un altro ragazzo di nome Finn Balor.

Non è dello stesso avviso The Miz, che arriva accompagnato dal Miztourage e dice a Seth Rollins di non meritare quel titolo. Poi annuncia di volere il suo re-match.

The Architect risponde che non c'è nessun problema e gli propone di farlo subito. The Miz rinvia tutto a Backlash, ma propone di fare un tre contro due. Finn e Seth non dicono una parola, ma accettano. Un momento però, suona la musica di Jeff Hardy!!!! Jeff Hardy is back e a quanto pare farà in modo che sia un 3 contro 3. The Miz e il Miztourage battono in ritirata: l'incontro si farà più avanti.

Mandy Rose (con Paige e Sonya Deville) vs Sasha Banks

Mandy Rose sconfigge Sasha Banks, che a sorpresa viene raggiunta anche da Bayley, posizionata al suo angolo. Quando la lotta si sposta fuori dal ring, Mandy Rose spintona Bayley, che prova a colpirla. Per sbaglio però prende proprio The Boss, creando una situazione equivoca che distrae Sasha e le fa perdere la sfida dopo una ginocchiata ricevuta dalla Rose.

Paige annuncia l'addio

Al termine dell'incontro Paige prende il microfono e, purtroppo, conferma una volta per tutte l'annuncio del suo addio al wrestling per via di quel maledetto infortunio rimediato durante un live event. Un momento davvero emozionante, sia per lei che per tutto il pubblico presente nell'arena, a cui le bella inglese dice che la WWE resterà sempre casa sua e che è orgogliosa dell'evoluzione della divisione femminile, ma che purtroppo non potrà più lottare.

Daniel Bryan le ha dato una speranza, ma per il momento questa è la situazione. E per comunicarlo ha scelto New Orleans, la stessa città dove 4 anni fa aveva fatto il suo debutto. Dopo aver lasciato la sua maglietta al centro del ring, Paige se ne va così e dà l'addio...

Elias e il ritorno di Bobby Lashley

Elias fa il suo ingresso e inizia la sua canzone, dicendo di non averlo potuto fare fino in fondo a WrestleMania 34. Dopo i suoi soliti battibecchi con il pubblico, riuscendo come sempre a farsi fischiare da tutti, viene interrotto da una musica familiare.

È quella di Bobby Lashley!! The Dominator fa il suo ritorno in WWE a distanza di dieci anni dal suo addio e mostra subito a Elias di che pasta sia fatto, evitando un pugno, colpendo con la NeckBreaker e finendolo con un prolungatissimo Vertical Suplex.

Backstage

Sami Zayn e Kevin Owens si presentano a Raw e chiedono a Kurt Angle un posto di lavoro. Il GM è abbastanza scettico visto il loro comportamento a SmackDown, ma prova comunque a dare loro una chance: ha un solo posto disponibile, quindi se lo dovranno giocare in un match.

Heath Slater e Rhyno vs Authors of Pain

Nuovo match tra Tag Team, Heath Slater e Rhyno salgono sul ring e chiamano i loro avversari. E dal backstage sbucano gli Authors of Pain!!!

Da NXT arrivano dunque altri due innesti, due più uno per la precisione, visto che come sempre c'è Paul Ellering ad accompagnare Akam e Rezar, che chiudono in pochissimo tempo il discorso e vincono con una Clothesline su Slater. Subito dopo l'incontro i due allontanano però Ellering, probabilmente staccandosi ufficialmente da lui.

Roman Reigns e il ritorno di Samoa Joe

Roman Reigns si presenta sul ring e sottolinea come lui sia lì, nonostante le abbia prese davvero tante nel match a WrestleMania 34, mentre Brock Lesnar risulti assente. Poi dice di aver saputo del rinnovo di Brock Lesnar con la WWE, nonostante fosse dato quasi per scontato il suo passaggio in UFC, e di aver letto su internet che lo dovrà affrontare un'altra volta in uno Steel Cage Match nella Greatest Royal Rumble.

Così aggiunge che se continuano a metterlo contro The Beast, allora finirà per vincere il titolo. Il suo promo finisce, ma ne inizia subito dopo un altro, quello del rientrante Samoa Joe, che recupera dal suo infortunio. Il samoano si prende gioco di Roman Reigns e dei suoi fallimenti continui: poi gli dice che subito dopo il prossimo, nel nuovo incontro con Brock Lesnar, se la dovrà vedere con lui a Backlash.

Apollo e Titus O'Neil vs Matt Hardy e Bray Wyatt

Apollo e Titus O'Neil aspettano i loro prossimi avversari. E questi sono Matt Hardy e Bray Wyatt, che diventano dunque un Tag Team e riescono subito a trovare la vittoria. Grande sintonia tra Woken e Wyatt, che chiudono con Bray che passa Apollo a Matt, per consentirgli di eseguire la Twist of Fate. Cesaro e Sheamus guardano preoccupati dal backstage.

Kevin Owens vs Sami Zayn

Il match tra i due amici con in palio un posto di lavoro a Raw non viene vinto da nessuno dei due. Sami Zayn (il più tifato dal pubblico) e Kevin Owens chiudono infatti l'incontro dopo un Superplex dalla terza corda che lascia a terra entrambi, per un doppio count-out che lascia i loro status inalterati.

Backstage

Jeff Hardy, Finn Balor e Seth Rollins si avviano verso il ring, ma incrociano Woken Matt Hardy. Divertente siparietto tra i due fratelli, con Matt che presenta Bray a Brother Nero, che parla in modalità Woken e abbraccia il nuovo membro della famiglia. Finn e Seth osservano un po' perplessi, Jeff non se ne cura e prosegue il suo avvicinamento al ring.

Jeff Hardy, Seth Rollins e Finn Balor vs The Miz e il Miztourage

Come prevedibile il match si conclude con un trionfo della fazione composta da Jeff Hardy, Seth Rollins e Finn Balor, che non solo sconfiggono Miz e il Miztourage nel 6-Man Tag Team Match dopo lo Stomp del campione intercontinentale su The Miz, ma poi va avanti con Coup-de-Grace, Swanton Bomb e Stomp eseguiti uno dopo l'altro anche su Bo Dallas e Curtis Axel.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.