MLS, Josef Martinez è l'uomo dei record: Ibrahimovic è avvisato

L'ex-Torino è diventato una stella del campionato nord-americano, dove con la maglia dell'Atlanta United ha segnato 24 gol in 25 partite: è un record di Lega.

363 condivisioni 0 commenti

di

Share

La MLS ha un nuovo re. E non si tratta né di Sebastian Giovinco, stella di Toronto, né del nuovo arrivato Zlatan Ibrahimovic, già idolo dei tifosi dei Los Angeles Galaxy. In comune con questi due nomi, ben più noti all'attenzione del calcio internazionale, Josef Martinez ha un passato comune nella nostra Serie A, dove per due stagioni e mezzo ha vestito la maglia del Torino.

Venezuelano, 24 anni, Martinez sembra aver trovato negli Stati Uniti il terreno ideale per crescere e coltivare un talento notevole, che presto potrebbe persino trovare stretti i confini della MLS: nelle prime 25 partite che ha disputato nel massimo campionato nord-americano, infatti, l'attaccante dell'Atlanta United ha realizzato la bellezza di 24 gol, un impatto devastante che gli è valso un record di Lega e che lo ha proiettato in vetta alle classifiche di notorietà degli appassionati a stelle e strisce, al pari di nomi ben più noti come appunto Giovinco, Ibrahimovic, Schweinsteiger e Moutinho.

Insomma, Josef Martinez è il protagonista che non ti aspetti, il bomber ritrovato dopo i grigi anni della Serie A e che in America ha scoperto una vena realizzativa mai mostrata prima in passato e che potrebbe regalargli un futuro davvero interessante.

MLS, mai nessuno come Josef Martinez, bomber inatteso

Cresciuto nel Caracas, approdato in Svizzera appena maggiorenne per vestire la maglia dello Young Boys, il suo periodo migliore Josef Martinez lo aveva vissuto in prestito al Thun, quando aveva segnato 10 reti in 32 partite mostrando buone potenzialità, tanto da attrarre l'interesse del Torino, che nell'estate del 2014 se lo è aggiudicato per 3 milioni di euro. In granata però le cose non sono andate come sperato.

Considerato da Gian Piero Ventura niente più che un attaccante di scorta, da inserire semmai a gara in corso, il venezuelano non è mai riuscito a imporsi in Italia, riuscendo a incidere ben poco negli scampoli di gara a lui concessi dal futuro ct dell'Italia. Quando questi ha lasciato il posto sulla panchina granata a Sinisa Mihajlovic la situazione non è cambiata, e percependo la scarsa fiducia del tecnico serbo nei suoi confronti Martinez è partito per gli Stati Uniti, approdando in MLS a febbraio del 2017 e lasciando l'Italia dopo due anni e mezzo, 75 presenze nelle varie competizioni e 13 gol.

Nella sua prima stagione con la maglia di Atlanta, esaltato dalle straordinarie giocate del fantasista paraguaiano Miguel Almiron, Josef Martinez è finalmente esploso andando a segno per 19 volte in 20 partite disputate, mentre in questa stagione siamo a 5 gare e altrettanti gol, miglior marcatore del campionato insieme al cileno Felipe Gutierrez dello Sporting Kanasa City, un altro talento incompreso in Europa e che negli Stati Uniti è rinato.

Josef Martinez è dunque bomber da record: mai nessuno aveva segnato tanto nelle sue prime 25 partite di MLS, una media di 0.96 gol per gara che gli ha permesso di superare nomi ormai lontani come quelli di Stern John, Mamadou Diallo e Carlos Ruiz, leggende del campionato americano ma capaci di realizzare "solo" 23 reti nello stesso numero di partite, oltretutto in un periodo dove la MLS era molto meno competitiva e seguita di oggi.

I cronisti americani sono esaltati dal bomber venuto dal Venezuela, trasformatosi in un vero e proprio bomber vecchio stile che cerca soltanto il modo migliore per mettere la palla in fondo al sacco: che sia con uno scatto in velocità, che sia di destro o di sinistro, in dribbling o persino di testa - dove risulta uno specialista nonostante la taglia ridotta grazie a un grande tempismo e straordinarie doti atletiche - Josef Martinez segna un gol dopo l'altro e non sembra intenzionato a fermarsi. Di questo passo potrebbe presto essere lui il re della MLS, con buona pace di Giovinco e soprattutto di un certo Ibrahimovic.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.