Maratona di Milano, i protagonisti della 18esima edizione

Per il terzo anno consecutivo della EA7 Emporio Armani Milano Marathon andrà in onda su Fox Sports, canale 204 di Sky.

Maratona, svelati i protagonisti

1 condivisione 0 commenti

Share

È stato svelato il cast dei protagonisti della diciottesima edizione della EA7 Emporio Armani Milano Marathon, che per il terzo anno consecutivo andrà in onda domenica 8 Aprile su Fox Sports nel corso di una lunga mattinata di immagini live da Milano dalle 10 alle 13:15.

Le telecamere di Fox Sports porteranno gli appassionati nel cuore della popolare corsa meneghina, che si snoderà lungo un percorso affascinante nel cuore di Milano toccando tutti i luoghi simbolo del capoluogo lombardo come il Duomo, il Teatro alla Scala, l’Arco della Pace, il Castello Sforzesco fino ai quartieri futuristici di City Life con i suoi moderni grattacieli.

Dopo il successo degli ultimi due anni, Fox Sports seguirà l’evento con la telecronaca della voce dell’atletica Nicola Roggero e i commenti tecnici di Stefano Baldini e di Lucilla Andreucci. Lia Capizzi condurrà lo studio all’interno dei Giardini Montanelli, mentre Roberto Marchesi raccoglierà le interviste a caldo con i protagonisti.

Maratona
Maratona di Milano

Maratona di Milano, svelati i protagonisti

Fox Sports porterà lo spettatore nel cuore della maratona facendo vedere anche la prospettiva di chi correrà la gara. Sarà presente un runner, che correrà la maratona con una piccola telecamera per regalare al telespettatore la visuale del corridore.

Verranno trasmesse le immagini della Bridgestone School Marathon, che ha visto come protagonisti gli studenti delle scuole elementari e medie e i loro acompagnatori nella mattinata di Sabato su un percorso di 3 km vicino alla zona del Marathon Village. Ecco le dichiarazioni di Marco Foroni, direttore di Fox Sports.

Seguiremo la gara con Lucilla Andreucci e Stefano Baldini che affiancheranno Nicola Roggero per raccontare la maratona con uno studio sul posto condotto da Lia Capizzi e con le interviste di Roberto Marchesi. Il tutto sotto la regia di Angelo Carosi, certezza di qualità. Le immagini della maratona di Milano saranno diffuse in tutto il mondo, anche in Asia e in Australia.

Il cast dei protagonisti vedrà al via i vincitori dell’anno scorso Ediwn Koech e Sheila Chepkech. Koech vinse la gara maschile 2017 stabilendo il miglior tempo mai registrato sul suolo italiano con 2h07’13”. Successivamente Koech ha corso la maratona cinese di Guangzhou classificandosi terzo in 2h10’27”. L’obiettivo dichiarato dagli organizzatori della EA7 Emporio Armani Milano Marathon è abbattere per la prima volta in Italia la barriera delle 2h07’ e accrescere il prestigio tecnico di questa manifestazione. Ha parlato anche Edwin Koech:

Mi sono preparato bene e spero di battere il mio record personale.

Il rivale più accreditato del ventiseienne keniano è il giovane etiope Seifu Tura (atleta classe 1997), che lo scorso Gennaio si è classificato settimo nella velocissima maratona di Dubai facendo registrare lo straordinario tempo di 2h04’44”. Tura disputerà la terza maratona negli ultimi sei mesi avendo corso in 2h09’26” al debutto sulla distanza a Seul nello scorso Novembre.

Il cast allestito dal manager bresciano Federico Rosa prevede anche la presenza del belga di origini marocchine Abdeladi El Hachimi, terzo alla Maratona di Gold Coast in 2h10’35” nel 2016 e del keniano Justus Kipkosgei Kimutai, accreditato di un tempo di 2h09’29” stabilito a Rennes nel 2016. Sheila Chepkech torna a Milano un anno dopo la vittoria in 2h29’52” con la quale si impose per sei secondi sull’azzurra Anna Incerti. Nei mesi successivi la ventottenne keniana si è migliorata ulteriormente correndo in 2h29’13” alla Maratona slovacca di Kosice.

L’atleta accreditata del tempo più veloce tra le iscritte è la fortissima top runner keniana Lucy Kabuu, che in passato ha realizzato tempi di eccellenza mondiale in pista correndo i 5000 metri in 14’33”49 a Oslo nel 2008 e i 10000 metri in 30’39”96 in occasione del quinto posto alle Olimpiadi di Pechino nello stesso anno. Successivamente si è dedicata con successo alle maratone correndo la maratona in 2h19’34” a Dubai nel 2012 e la mezza maratona in 1h06’09” a Ras Al Khaimah nel 2013. Ha vissuto per tanti anni in Giappone e vinse la medaglia d’argento a squadre ai Mondiali di corsa campestre nel 2005. Tra i risultati più significativi in maratona vanno annoverati il quinto posto a Londra e il terzo posto a Chicago in 2h22’41” nel 2012 e più recentemente il 2h20’21” a Dubai nel 2015. La keniana ha già disputato una maratona quest’anno correndo in 2h31’21” a Hong Kong nello scorso Gennaio.

Sempre dal Kenya arrivano anche Doris Chepkwemoi Changeywo, terza alla Maratona di Vienna in 2h31’50” nel 2016, e Vivian Jerono Kiplagat. Federico Rosa, Race Director della Maratona di Milano, ha illustrato gli obiettivi tecnici della Maratona di Milano.

A Milano gli atleti hanno sempre fatto bene. E’ una delle poche gare italiane dove si è quasi sempre corso al di sotto delle 2h10’ in ogni edizione. In questa edizione punteremo molto sulla gara femminile con l’obiettivo di battere il record della corsa detenuto dal 2002 da Margaret Okayo con 2h24’59”. 

La Maratona di Milano servirà come importante prova di selezione per formare la squadra italiana, che parteciperà ai prossimi Campionati Europei di Berlino dal 7 al 12 Agosto. In campo maschile sarà al via il lombardo di origini marocchine Yassin Rachik, che lo scorso anno debuttò su questa distanza proprio a Milano classificandosi sesto in 2h13’22”. In gara in chiave italiana anche Francesco Bona e il vincitore della maratona di Torno 2017 Alessandro Giacobazzi.

Nella gara femminile gareggeranno le veterane azzurre Rosaria Console e Fatna Maraoui. Console, quattro volte campionessa italiana di mezza maratona nel 2003, 2009, 2010 e 2016 e due volte vincitrice del titolo tricolore sui 10000 metri nel 2008 e 2016, ha ottenuto il piazzamento più importante della sua carriera in occasione del quinto posto agli Europei di Monaco di Baviera 2002. Ha corso il tempo più veloce sempre in Germania, quando fermò il cronometro in 2h26’10” alla Maratona di Berlino 2011. Ha avuto due figli Francesca nel 2007 e Davide nel 2015.

Non corro una maratona da quattro anni. Speriamo che domani sia una giornata positiva per me.  

Fatna Maraoui, anche lei madre di due bambini, tornerà a correre la Maratona di Milano dopo il record personale di 2h30’50” stabilito a Valencia nel 2015, il secondo posto alla Maratona di Firenze nel 2016 e il successo dello scorso Aprile alla Maratona di Padova.

Due anni fa a Firenze sono arrivata seconda con 2h30’. Domani cerco una conferma per qualificarmi per gli Europei.

Di anno in anno la Maratona di Milano è cresciuta sia a livello tecnico sia dal punto di vista della partecipazione popolare. Quest’anno è stato raggiunto l’importante traguardo dei 25000 partecipanti compresi i 6900 maratoneti, gli staffettisti delle 3000 formazioni che animeranno la Relay Marathon benefica e i 10000 bambini della School Marathon. Soddisfatto Paolo Bellino, Direttore Generale di RCS Sport:

La nostra maratona diventa maggiorenne. Siamo contenti del successo della School Marathon, diventato quest’anno un evento a parte nel giorno precedente con la partecipazione di 10000 piccoli runner e di un ambasciatore d’eccezione come Gianmarco Tamberi. Abbiamo creato un format interessante. Abbiamo superato il traguardo delle 3000 squadre che animeranno la Relay Marathon raggiungendo quota 3109 team per un totale di 12000 partecipanti.

Presente alla conferenza stampa anche l’Assessore allo Sport e al tempo libero del Comune di Milano Roberta Guaineri, che ha voluto dare il proprio saluto agli atleti in gara oggi.

Ringrazio gli organizzatori per lo sforzo compiuto per rendere il percorso sempre più veloce e adatto alla vita della città. Spero che la Maratona di Milano possa battere il record di velocità. Per Milano sarebbe un’altra vittoria.

Nella mattinata di Sabato circa 10000 studenti delle scuole elementari e medie e loro accompagnatori hanno dato vita alla Bridgestone School Marathon in un’atmosfera colorata e festosa. Presente in veste di Ambasciatore dell’importante evento scolastico e della Bridgestone il campione europeo outdoor in carica di salto in alto Gianmarco Tamberi, che ha fatto da coach per un giorno in un “Kid clinic” dedicato ai giovani studenti milanesi all’interno del Marathon Village. Tamberi è volto e ambasciatore della Campagna Olimpica “Insegui il tuo sogno e non fermarti mai”.

I bambini sono il nostro futuro. Per me è un onore supportare i piccoli runners della Bridgestone School marathon. Il mio consiglio ai giovani è fare come me: puntare sempre in alto e non arrendersi mai. Solo l’allenamento e la tenacia permettono di raggiungere i propri sogni.

Infine le parole di Gianni Mauri, Presidente della Fidal Lombardia.

È un esempio dell’atletica che vogliamo, che approda in mezzo alla gente con l’obiettivo di promuoversi nella sua bellezza e con la passione che la contraddistingue.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.