Bayern Monaco, esultanza vietata a Ribery: all'estero è offensiva

Bloccate tutte le esultanze che all'estero possono essere fraintese. In passato venne fatto lo stesso con la "mitraglia" di Benatia.

Ribery non potrà più esultare come sempre: il Bayern Monaco glielo ha vietato

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Non è importante il messaggio che si manda, ma quello che si recepisce. Per questo, specie personaggi famosi e aziende leader del proprio settore devono stare sempre molto attenti per quel che riguarda la comunicazione. Non ci possono essere fraintendimenti, ne va della propria immagine.

Al Bayern Monaco cercano da sempre di evitare qualsiasi buccia di banana. I bavaresi sono il club più importante in Germania, uno dei più seguiti in Europa, per questo sanno che non possono sbagliare nulla. Nella prima giornata del 2015-16 Benatia segnò contro l'Amburgo. Fino a quel momento aveva sempre esultato facendo il gesto della "mitraglia", quello alla Batistuta, ma quel giorno rinunciò.

Fu proprio il marocchino a spiegare che i dirigenti del Bayern Monaco gli avevano, per così dire, tolto le munizioni.

In società mi hanno chiesto di evitare. Vorrei fosse chiaro però che il mio non era un messaggio politico o militare.

I giocatori del Bayern Monaco esultano dopo un gol
I giocatori del Bayern Monaco esultano dopo un gol

Bayern Monaco, vietate le esultanze ambigue

Ora la questione torna di moda. Da anni Ribery è solito esultare facendo il gesto "ok". Unisce in pratica indice e pollice formando un cerchio. Nulla di male, è evidente. Ma il messaggio potrebbe esser comunque frainteso da qualcuno. In molti paesi infatti quel gesto ha un significato piuttosto volgare. In Francia e in Belgio, per esempio, può esser utilizzato per dire a una persona che vale zero. In Messico è un gesto volgare in quanto rappresenta un invito sessuale.

Vota anche tu!

Il Bayern Monaco fa bene a vietare esultanze fraintendibili?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Ancora più imbarazzante il significato del gesto in Grecia, Russia e Turchia: chi unisce pollice e indice in quel modo, da quelle parti, fa riferimento al sesso anale. Anche in Brasile il messaggio può essere frainteso: quel gesto che da noi significa "ok", da loro è una grave offesa personale. Per questo, dopo Benatia, anche Ribery deve trovare un nuovo modo di esultare. Perché al Bayern Monaco non vogliono che i messaggi mandati dai loro giocatori possano essere strumentalizzati.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.