Sua Velocità Cristiano Ronaldo: a Torino toccati i 33,7 km/h

Contro la Juventus il portoghese è stato il più veloce in campo sia nel primo che nel secondo tempo. E con la prima accelerazione ha segnato l'1-0.

1k condivisioni 1 commento

di

Share

Semplicemente immarcabile. Per chiunque. Impedire a Cristiano Ronaldo di segnare è diventato pressoché impossibile. Lui la palla la butta dentro in ogni modo: di tacco, di testa, su punizione, in rovescita o dribblando tutti (anche se quest'anno quasi il 90% dei suoi gol sono stati realizzati con un solo tocco).

Niente di nuovo, penserete. Che Cristiano Ronaldo sia un calciatore fuori dal comune non lo scopriamo di certo adesso. Ha vinto tutto e lo ha fatto sia col Manchester United che con il Real Madrid, finendo per trionfare anche con il Portogallo. Un vero e proprio fenomeno, un po' come il Ronaldo degli anni '90.

Eppure a ogni gara riesce a sorprendere, riesce a migliorare. Pur non essendo più giovanissimo. Contro la Juventus si è parlato tantissimo (e giustamente, sia chiaro) del suo secondo gol, della sua rovesciata. A sorprendere però è anche altro. Cristiano Ronaldo è infatti risultato il più veloce in campo, sia nel primo che nel secondo tempo.

Vota anche tu!

Cristiano Ronaldo vincerà ancora il Pallone d'Oro?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Cristiano Ronaldo e la sua velocità di punta: toccati i 33,7 km/h

Analizzando i numeri della partita, emerge come Cristiano Ronaldo sia stato il giocatore ad aver raggiunto la velocità di punta più alta di tutti. Nel primo tempo ha toccato i 33,73 km/h, nel secondo tempo è arrivato a 32,64. Un po' di meno, ma era giustificato dalla stanchezza. In entrambe le frazioni di gioco è stato il più veloce. Non ci sono altri giocatori in campo che hanno raggiunto anche solo i 33 km/h. Solo Chiellini ha effettuato più scatti di lui (41-40), ma nelle sue accelerazioni il portoghese ha comunque percorso più metri dell'italiano. Al termine di uno di questi scatti, fra l'altro, è arrivato il primo gol della partita.

Cristiano Ronaldo abbraccia Buffon
Cristiano Ronaldo abbraccia Buffon

Cristiano Ronaldo ha sempre lavorato sodo, ha modellato il proprio fisico per ottenere questi risultati. Parte del merito però va anche a Zidane. Quando si è seduto sulla panchina del Real Madrid ha detto chiaramente al portoghese di fidarsi di lui:

Se mi ascolterai, se ogni tanto di riposerai, allungherai la tua carriera di qualche anno

Zidane sa bene che il calo fisico negli atleti più essere anche lento e impercettibile, sempre però che si lavori attentamente sul fisico e che si dia la giusta importanza al riposo. Cose che Ronaldo fa, e ormai da anni è semplicemente immarcabile.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.