Livorno, il presidente Spinelli costringe i giocatori a pesarsi

Il patron dei toscani ha prima accusato i giocatori di scarso impegno per la sconfitta contro l'Arezzo e poi li ha costretto i giocatori a pesarsi sulla bilancia.

265 condivisioni 0 commenti

Share

Si respira aria pesante a Livorno. Il presidente dei toscani Aldo Spinelli non ha digerito la sconfitta per 1-0 nel derby con l'Arezzo e non ha fatto nulla per nascondere la sua rabbia, anzi. Si è presentato al Centro Sportivo di Tirrenia e ha accusato i giocatori di scarso impegno e poco attaccamento alla maglia. Non contento, ha obbligato tutti i calciatori a pesarsi davanti a lui. Sì, li ha costretti uno ad uno a salire sulla bilancia - come riporta "Livorno 24" - per controllarne personalmente il peso. 

Ovviamente c'è chi non ha gradito questa sparata, come Daniele Vantaggiato e Luca Mazzoni. L'attaccante se n'è andato mentre Spinelli sbraitava, il portiere ha preso le difese del gruppo ed è arrivato alle mani col patron. Soltanto l'intervento dei presenti ha evitato che la situazione degnerasse. 

Spinelli ha poi deciso di mettere fuori rosa Vantaggiato e Mazzoni, ignorando il direttore sportivo Foschi e l'allenatore Protti che gli suggerivano di calmarsi e ragionare. Una situazione, questa, che rischia di compromettere la corsa alla promozione in Serie B del Livorno. Il club occupa attualmente il secondo posto nel Gruppo A di Lega Pro a quota 60 punti, uno in meno della capolista Siena che però ha una partita in più. 

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.