Calcio a 5, arriva l'ufficialità: il Pescara si ritira dal campionato

A tre giornate dalla fine della regular season, la squadra abruzzese esce di scena. La società: "Impossibile proseguire e permettere di calpestare la nostra amata maglia"

Il Pescara chiude i battenti dopo 19 anni

1k condivisioni 0 commenti

Share

Milano-Pescara, terzultima giornata della regular season della Serie A di calcio a 5, non si giocherà. Con una nota ufficiale, la società abruzzese ha comunicato in via ufficiale il ritiro dal campionato, confermando quanto era trapelato a mezzo stampa negli ultimi giorni.

Alla base della decisione presa dalla famiglia Iannascoli ci sono diversi motivi.

Dalla fine dello scorso campionato - si legge nella nota del club - la società ha dovuto subire squalifiche di atleti, dirigenti e del campo di gioco oltre a multe che avevano portato a valutare seriamente l’ipotesi di non proseguire con la sua attività.

Calcio a 5, il Pescara si ritira dal campionato

La stagione è iniziata dunque con tante difficoltà, che hanno portato alle dimissioni del tecnico Fulvio Colini e al ritorno in panchina di Mario Patriarca. La scossa, però, non c'è mai stata, anche a causa del conflitto società-giocatori per i mancati rimborsi erogati. Poi, come definita dal club, la "goccia che ha fatto traboccare il vaso". Quel Kaos Reggio Emilia-Pescara sul quale aleggia l'ombra delle scommesse: prima del netto ko al PalaBigi, un giocatore sarebbe stato colto in flagrante mentre puntava contro la propria squadra.

La cosa più grave, però, è avvenuta nel posticipo in diretta televisiva del 26/2 a Reggio Emilia dove la nostra squadra ha disputato la più brutta partita della sua gloriosa storia, costretta a presentarsi con soli 4 titolari disponibili e ad affrontare un viaggio per venire umiliati da una squadra con un organico sicuramente non superiore al nostro. Negli immediati giorni successivi,  si è avuto il fondato sospetto che un nostro giocatore possa aver scommesso sulla sconfitta della propria squadra – la nostra squadra – disonorandone quindi il nome e la storia e falsando il campionato

Una bomba ad orologeria che è implosa oggi, nel giorno della cessazione dell'attività. Il Pescara chiude i battenti dopo 19 anni, di cui 12 in Serie A, nei quali ha messo in bacheca uno scudetto, due Coppe Italia e altrettante Supercoppe.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.