Champions League, la Roma si fa male da sola: il Barcellona vince 4-1

Blaugrana avanti con gli autogol di De Rossi, Manolas e la rete di Piqué. Nel finale il gol di Dzeko prima del 4-1 finale di Suarez.

Barcellona-Roma

433 condivisioni 0 commenti

Share

È sembrato di rivedere Juventus-Real Madrid. Esattamente come la squadra di Allegri, al Camp Nou la Roma ha tenuto testa al Barcellona per tutto il primo tempo prima di cedere nella ripresa. I bianconeri sono stati affondati dalla rovesciata di Cristiano Ronaldo, i giallorossi dall'autogol di Manolas, il secondo dopo quello di De Rossi valso l'1-0 blaugrana. Il 3-0 porta invece la firma di Piqué che gonfia la rete dopo una respinta tutt'altro che perfetta di Alisson. 

Nel primo round dei quarti di finale di Champions League c'è però una piccola differenza tra le due italiane: la Roma ha trovato il gol sul 3-1 e per qualche minuto è tornata a coltivare una speranza di qualificazione alle semifinali.

Il merito è stato di Edin Dzeko che all'80' è riuscito a superare ter Stegen - fino a quel momento un muro - su assist di Perotti. Tutto però è stato vanificato da Gonalons e dal suo controllo difettoso in area di rigore. All'87' l'ex Lione ha di fatto regalato un pallone a Suarez che col mancino ha bucato Alisson per il 4-1 finale. Ora il prossimo 10 aprile all'Olimpico servirà più di un miracolo.  

Champions League, alla Roma manca un rigore

La Roma può recriminare per un rigore non concesso al 10', quando Dzeko viene tamponato da Semedo ma l'arbitro olandese Makkelie lascia incredibilmente correre. Il punteggio era ancora sullo 0-0, sarebbe potuta essere tutta un'altra partita. 

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.