Cristiano Ronaldo da impazzire: il Real Madrid supera 3-0 la Juventus

Il portoghese sblocca il match dopo 3' e nella ripresa segna un gol meraviglioso in rovesciata, Marcelo cala il tris e chiude i conti. Espulso Dybala per doppio giallo.

Juventus-Real Madrid

1k condivisioni 1 commento

di

Share

Si può fare poco contro un Cristiano Ronaldo così. Se il portoghese è in serata, segna dopo appena 3' e poi fa doppietta in rovesciata, è molto probabile che una squadra uscirà con le ossa rotte. Quella squadra è la Juventus che nell'andata dei quarti di Champions League ha perso 3-0 contro il Real Madrid. I Blancos hanno espugnato lo Stadium grazie alla doppietta di CR7 e a una rete di Marcelo. I bianconeri hanno reagito al colpo iniziale e sono rimasti in partita fino al 64', quando il fuoriclasse portoghese è salito in cielo e in acrobazia ha battuto Buffon per la nona volta nella sua carriera. La squadra di Zidane ha più di un piede e mezzo in semifinale, la Vecchia Signora si lecca le ferite dopo la sconfitta più pesante subita nel suo stadio. 

Champions League, avvio choc della Juventus: subito avanti il Real Madrid

Appena tre minuti e il Real Madrid passa. L'azione si sviluppa sull'out mancino. Da Marcelo a Isco che mette in mezzo dove sbuca lui, sempre lui. Cristiano Ronaldo va incontro al pallone e con l'esterno destro trova la deviazione vincente. Le statistiche del portoghese contro Buffon vanno aggiornate: 8 gol con 9 tiri. Un mostro. Ah, il numero 7 dei Blancos diventa anche il primo giocatore nella storia della Champions League a segnare in 10 partite consecutive.

La Juve trova la forza di reagire, Dybala duetta con Khedira ma sul più bello viene murato. Poi entra in partita Higuain, arriva sul fondo e mette dietro per Bentancur che svirgola e spreca una buonissima occasione. Più ghiotta quella che capita al 22' al Pipita. Punizione di Dybala, l'ex Napoli colpisce al volo a pochi metri dalla linea di porta ma Keylor Navas si esalta e fa il miracolo. Ancora Juve, De Sciglio ci prova da lontano, la sua conclusione finisce sul fondo. All'improvviso riecco il Real: destro terrificante di Kroos, la traversa trema. Sul finire di primo tempo Dybala cade in area e si prende un'ammonizione per simulazione, poi l'arbitro turco Çakır non si accorge di un tocco di mano di Casemiro appena fuori dall'area. 

Cristiano Ronaldo spaventa ancora la Juve

Déjà-vu a inizio ripresa. Benzema sfonda, entra in area e perde il pallone. Cristiano Ronaldo si avventa sulla sfera vagante e sfiora il palo col destro. Dybala prova a scuotersi, si guadagna una punizione dal limite e per poco non pareggia grazie a una deviazione della barriera. Al 64' lo Stadium si alza in piedi ad applaudire. Sì, ma non per un giocatore bianconero. Cristiano Ronaldo segna un gol pazzesco in rovesciata sul cross di Carvajal e firma il 2-0, il pubblico di casa non può fare altro che rendere omaggio al numero 7 che a sua volta ringrazia. 

La partita di fatto finisce qui. Anche perché poco dopo Dybala si fa cacciare ingenuamente per doppio giallo e lascia i suoi in dieci uomini. Al 72' arriva anche il 3-0 di Marcelo. Il poker sembra questione di minuti: ci provano Modric, Kovacic (traversa), Asensio e tre volte Cristiano Ronaldo che si divora un gol incredibile. Non arriva il quarto gol, neanche quello della bandiera bianconera accarezzato soltanto da Higuain e Cuadrado. Finisce 3-0 per il Real Madrid che vede le semifinali. Alla Juventus servirà molto più di un miracolo. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.