Napoli, c’è un altro Diego Maradona: è il nipote del Pibe de Oro

La tradizione si rinnova e prosegue nel tempo. Nella domenica di Pasqua è nato Diego Matias, figlio di Diego Armando Junior: "L'ho chiamato così in onore di mio padre".

Diego Maradona, nella storia del Napoli

275 condivisioni 0 commenti

di

Share

Dopo Ciro, Gennaro e Antonio, ci sono pure Diego e Armando (se non addirittura la formula unita degli ultimi due). Questi sono i nomi tra più diffusi a Napoli e dintorni, i primi tre per tradizione, gli ultimi due per la proliferazione di omaggi a Maradona cominciata a partire dagli anni Ottanta, quando El Pibe de Oro ha fatto innamorare e sognare i tifosi partenopei.

Non è certo un mistero, quindi, che questi siano i nomi propri più comuni all'ombra del Vesuvio. Se però quelli dedicati a Maradona portano anche quello stesso cognome, allora la faccenda si fa certamente più interessante e singolare.

Non unica, ovvio. A Napoli, il 20 settembre 1986, Diego Armando Maradona Junior ha visto la luce, un frutto della relazione tra il calciatore argentino e Cristiana Sinagra. Un bambino inizialmente non riconosciuto dal numero dieci del club azzurro, ma poi (a distanza di anni) entrato ufficialmente a far parte della famiglia.

Napoli, c'è un altro Diego Maradona

Ecco, proprio nel giorno di Pasqua, precisamente alle 12.27, Dieguito Junior è diventato a sua volta genitore, insieme alla compagna Nunzia Pennino. E per omaggiare il papà, ha deciso di rinnovare la tradizione e chiamare anche il proprio figlio nello stesso modo, Diego: "L'ho chiamato così proprio in suo onore", ha confermato.

La formula completa è in realtà Diego Matias, ma poco importa. Quello che più conta è che a Napoli adesso ci sia un altro Diego Maradona e che porterà questo nome e cognome pesantissimo, molto più dei 3 chili e 480 grammi misurati dal piccolo al momento della sua venuta al mondo.

I tifosi già sognano che la parabola possa ripetersi e regalare, tra una ventina d'anni, un nuovo magico numero dieci alla squadra azzurra. Con Diego Armando Junior non è accaduto, visto che la sua carriera nel Napoli si è limitata solo a un'apparizione nelle giovanili. Ora c'è spazio per un secondo tentativo: il sangue, in fondo, è lo stesso del nonno.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.