Liga, l'Atletico Madrid vince ma non convince: 1-0 al Deportivo

Tornano a sorridere i Colchoneros che sudano sette camicie per battere la squadra di Seedorf: decide il rigore di Gameiro. Domenica derby con in palio il secondo posto.

174 condivisioni 0 commenti

di

Share

Per il Cholo Simeone vincere è sempre un obbligo categorico. Che sia contro il Real Madrid (che a proposito sfiderà al Bernabeu fra una settimana) o contro la penultima in classifica, la sete di vittorie dell'ex giocatore di Inter e Lazio non si placherà mai.

I tre punti in palio nella sfida al Deportivo della 30esima di Liga, per il suo Atletico Madrid, luccicano però come pochi altri prima d'ora perché permetterebbero di tenere a distanza la squadra di Zidane. E perché no, avvicinerebbero un Barcellona ormai imprendibile, è vero, ma sognare è gratis.

Alla fine, dopo una partita a dir poco sofferta, i Colchoneros riescono a vincere la partita grazie al rigore trasformato da Gameiro nel primo tempo. Un gol che vuol dire +4 dal Real, mentre per il Depor significa 18esima sconfitta in campionato. La vittoria, dalle parti di La Coruna, manca addirittura dal 9 dicembre scorso e con Seedorf sono arrivati solamente 3 punti in 8 partite. Ma la prestazione di stasera non è assolutamente da buttare, e può essere una piccola base di partenza per provare a rincorrere una complicatissima salvezza.

Liga, buon Deportivo ma passa l'Atletico Madrid

Partenza forte dell'Atletico Madrid, subito in avanti a schiacciare il Deportivo nella propria metà campo. Il primo pericolo lo crea Koke al decimo minuto, ma il suo destro da fuori sfiora l'incrocio dei pali e va sul fondo. Dopo 20' di dominio, i Colchoneros rischiano moltissimo a causa di un erroraccio di Savic, che di testa apre la strada a Lucas Perez fermato solo da un'ottima uscita di Oblak.

Questo episodio fa entrare in partita gli ospiti, più convinti su ogni pallone rispetto agli avversari. La squadra di Seedorf infatti si rende ancora pericolosa poco più tardi, un'altra volta con Lucas Perez a tu per tu con Oblak (questa volta in posizione più defilata): il suo mancino però è impreciso e finisce addirittura in fallo laterale. 

Nonostante il buon momento dei galiziani, è l'Atleti a trovare il gol del vantaggio. Dopo una trattenuta in area di Mosquera ai danni di Saùl, l'arbitro concede calcio di rigore che viene battuto da Gameiro, bravo a spiazzare Ruben Martinez e a rompere un digiuno personale che in Liga durava dal 13 gennaio. 

La squadra del Cholo però continua a sonnecchiare dietro, rischiando moltissimo al 40' quando Mosquera si divora il pareggio, con un colpo di testa a tre metri dalla porta finito incredibilmente alto.

Parita in totale equilibrio nella ripresa

Anche nel secondo tempo la partita è molto equilibrata, in quanto l'Atletico Madrid non riesce ad imporre il proprio gioco data la grande fisicità della squadra di Seedorf. Depor che va anche molto vicino al pareggio con un colpo di testa del solito Lucas Perez, salvato da un grande intervento aereo di Godin. 

L'ingresso di Diego Costa sembra cambiare subito il volto dei Colchoneros, poiché l'ex Chelsea sfiora subito il 2-0: protezione della palla al limite dell'area, destro a giro e palla fuori di qualche centimetro.

L'occasione più clamorosa di tutte però capita sui piedi di Borja Valle, che al 68' sfrutta una dormita difensiva dei padroni di casa e si invola tutto solo verso la porta di Oblak. Sembra tutto apparecchiato per il pareggio dunque, ma una rimonta incredibile di Lucas Hernandez, culminata con un intervento folle e pienamente sul pallone, spegne i sogni di gloria dello spagnolo.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.