Pioli ricorda Astori: "Fatico a non sentire più la sua voce in campo"

Il tecnico della Fiorentina torna a parlare del suo capitano.

5k condivisioni 0 commenti

Share

Il ricordo di Astori è ancora nitido nella mente di tutti. Ancor di più nella testa di Stefano Pioli, tecnico della Fiorentina che con Davide aveva un rapporto speciale. Intervistato da Il Corriere Fiorentino, l'allenatore dei viola è tornato a parlare di quel tragico 4 marzo: 

Solitamente quando siamo in ritiro mi sveglio alle 7.30 e faccio colazione. Quella mattina avevo appena parlato con mia figlia Carlotta quando mi chiamano il dottor Pengue e il team manager Marangon. Mi dicono di venire subito davanti alla camera 118, ero in pigiama e c'era già Sportiello. Mi guarda e mi dice: "Mister, Davide se n'è andato". Non riuscivo a capire, poi ho aperto la porta e ho visto Davide fermo sul letto. Sembrava dormisse

Pioli ha poi avvisato il resto della squadra:

Dare la notizia a tutta la squadra è stata la cosa più difficile, non auguro a nessuno momenti simili. Davide per noi era un punto di riferimento, tra me e lui c'era simbiosi. Fatico ogni giorno a non sentire la sua voce in campo. 

Tornare ad allenarsi non è stato semplice: 

Avevo paura per i miei giocatori, la squadra è fatta di giovani e credevo non si fossero resi conto di quanto successo. Ho chiesto a chi se la fosse sentita di dire qualcosa, chi ha preso parola ha manifestato la volontà di portare avanti i valori di Davide. In quell'istante ho capito che avremmo trovato la forza per continuare

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.