L'inno del Siviglia sveglia dal coma un ragazzo: la storia di Francesc

Le note dell'inno andaluso aiutano un giovane calciatore spagnolo a risvegliarsi dal coma. La mamma glielo canta, lui riapre gli occhi e la segue.

L'inno del Siviglia risveglia Francesc

2k condivisioni 0 commenti

di

Share

"Esempio di amore, famiglia rossa e bianca, un cuore che batte urlando correndo rapidamente". E che si risveglia. Sì, benvenuti dentro il racconto di una storia magica: Francesc Peralta e l'inno del Siviglia. Proprio quell’Himno del Centenario composto da Javier Labàndon, detto El Arrebato, semplicemente un immenso grido di battaglia. Di forza. Perfetto per caricare gli andalusi in campo ma anche per un un'altra missione ancor più nobile: aiutare un ragazzo a risvegliarsi dal coma.

Un inno alla vita, quello del Siviglia. Una storia finita bene, quella di Francesc Peralta, giovane calciatore amatoriale in coma dal 21 gennaio dopo uno scontro aereo con un avversario. Un colpo durissimo che dopo pochi secondi ha fatto cominciare per Francesc la sfida più importante: lui da una parte, la vita dall'altra. Nel mezzo tre operazioni al cervello, tanta ansia e un coma che sembrava non finire più.

Lui, Francesc, tifoso del Barcellona ma pazzo delle note di una squadra rivale in Liga: il Siviglia. Merito di quell'inno pazzesco, fatto di note meravigliose, intime, ma che entrano nella testa di chiunque le ascolti. Già, ogni appassionato di Liga - indipendentemente dalla squadra favorita - deve ammetterlo: quello andaluso è un canto pazzesco. Emozionante. Da pelle d'oca. E miracoloso.

L'inno del Siviglia risveglia Francesc Peralta

Una storia a lieto fine. Note drammatiche, di tensione, ma soprattutto andaluse, cantate dalla mamma e dalla sorella di Francesc, entrambe al suo fianco nel letto di ospedale. 

Un inno che Francesc ha sempre cantato. Lo faceva gioire, gli dava carica, da sempre, e infine lo ha fatto risvegliare insieme alle cure. I medici ci hanno detto di metterlo nel lettore audio della stanza e di cantarlo per lui

Queste le parole del padre del ragazzo apprese dal sito ufficiale del Siviglia. E all'improvviso l'incredibile: il cuore di Francesc che si desta mentre quelle magiche note entravano nelle sue orecchie. E lui che, come per magia, si mette a cantarle assieme alla madre. Il tutto dopo 17 giorni in cui non c'era stato alcun miglioramento. Intanto, dopo il miracolo, El Arrebato - l'autore del'inno- ha inviato a Peralta un video-invito per il prossimo concerto in programma. Non solo, perché il Siviglia stesso ha mandato un augurio davvero particolare a Francesc:

Appena ti riprendi e tornerai in forma sarai nostro ospite allo stadio, così potrai ascoltare l'inno dal vivo!

Insomma, la fede per il Barcellona in questo caso può aspettare. Amore, passione e note di colore rojoblanco, tra gratitudine, appartenenza e riconoscenza: semplicemente l'Himno del Sevilla. Quello del miracolo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.