WWE Raw, c'è l'Ultimate Deletion Match. Brock Lesnar torna a modo suo

Puntata particolare, con l'incontro tra Bray Wyatt e Woken Matt Hardy nella residenza di quest'ultimo in North Carolina. The Beast stavolta c'è e Roman Reigns ne fa le spese.

Un'immagine dell'Ultimate Deletion Match a WWE Raw

56 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il palcoscenico è quello dell’American Airlines Centre di Dallas, in Texas. Ed è da qui che andrà in scena la nuova puntata di WWE Raw, che vi racconteremo come sempre nella rubrica a cura di FOX Sports, WWE-ek Raw. Sarà uno show in cui proseguiranno le faide che troveranno il loro culmine a WrestleMania 34, su tutte quelle tra l’Universal Champion Brock Lesnar (atteso anche stavolta, nonostante nelle ultime due occasioni abbia dato buca) e il suo sfidante, Roman Reigns, sospeso la scorsa settimana direttamente da Vince McMahon.

Poi ovviamente quella tra i tre che si contenderanno il titolo di campione intercontinentale, cioè il detentore della cintura, The Miz, e coloro che gliela vogliono togliere nello Showcase of the Immortals, Seth Rollins e Finn Balor.

Da capire poi gli sviluppi per i titoli di coppia, dopo che Braun Strowman ha vinto la Battle Royal di sette giorni fa, conquistando da solo una chance titolata, così come c’è attesa di vedere l’evoluzione della divisione femminile, con lo scontro tra Alexa Bliss e Asuka, più Nia Jax ancora in cerca di vendetta. Ma soprattutto, questa puntata di WWE Raw passerà alla storia per l’Ultimate Deletion Match tra Bray Wyatt e Woken Matt Hardy, proprio nella residenza in North Carolina di quest’ultimo. A questo punto, non ci resta quindi che iniziare il nostro racconto.

WWE Raw

Il primo a salire sul ring è il General Manager Kurt Angle, che annuncia l'assenza di Roman Reigns dallo show, per via della sospensione ordinata da Vince McMahon. Poi passa a parlare della vittoria di Braun Strowman della settimana scorsa nella Battle Royal per determinare i prossimi sfidanti di Cesaro e Sheamus per WWE Raw Tag Team Title. Ma prima di poter ribadire quanto detto a poche ore dallo show, cioè che il Monster Among Men potrà regolarmente competere per i titoli di coppia a WrestleMania 34, a patto che trovi un partner che lo accompagni, viene interrotto dall'ingresso del Big Dog.

Il GM lo invita a riflettere, gli spiega che non dovrebbe essere lì e che gli sarà sufficiente aspettare tre settimane per avere il suo confronto sul ring con Brock Lesnar, ma Roman Reigns non ne vuole sapere. Dal backstage arrivano tre poliziotti, che arrestano fisicamente RR, ammanettandolo.

Poi tentano di portarlo via, ma i metodi bruschi utilizzati scatenano la rabbia del Big Dog, che stende tutti i tre nonostante le mani legate. Ed è in questo momento che suona la musica di Brock Lesnar, che arriva di gran carriera sul ring (accompagnato da Paul Heyman) e comincia a pestare il suo prossimo avversario a suon di Suplex e sediate. Roman Reigns non può fare niente per evitarlo e una volta terminato il massacro arrivano i paramedici per portarlo via sulla barella. La furia della Bestia non è però ancora finita, perché Lesnar torna di nuovo a infierire su Roman, legato sulla barella. Reigns voleva un confronto con The Beast. L'ha avuto.

Alexa Bliss (con Mickie James) vs Asuka

Il primo incontro della serata è quello tra Alexa Bliss (accompagnata da Mickie James) e Asuka. La campionessa di WWE Raw infierisce verbalmente su Nia Jax prima dell'incontro, dicendo di essersi tolta un peso. Poi comincia la sfida e la giapponese si conferma superiore, incastrando per due volte di seguito Alexa nell'Asuka Lock.

La Bliss riesce a raggiungere le corde e interrompere la presa, poi esce dal ring e accompagnata da Mickie James si fa contare fuori, determinando così la vittoria dell'imbattuta Empress of Tomorrow. Al termine della sfida arriva però Nia Jax, che colpisce Alexa e la costringe alla fuga tra il pubblico.

Backstage

Alexa Bliss va da Kurt Angle per chiedere provvedimenti nei confronti di Nia Jax, ma il GM le risponde che ha visto il suo comportamento della settimana scorsa, sottolineando come la campionessa di Raw debba dare l'esempio e non comportarsi da bulla. Per questo stabilisce un match titolato tra lei e Nia Jax a WrestleMania 34.

Braun Strowman vs Cesaro (con Sheamus)

Dopo un breve segmento in cui Braun Strowman assicura di non aver bisogno di un partner per avere la meglio su Cesaro e Sheamus, i due campioni di coppia si presentano sul ring per fare sì che il Superman svizzero (l'irlandese all'ultimo ha accusato un presunto male al ginocchio pur di non salire sul ring) possa affrontare il Monster among men. L'incontro viene vinto da Braun Strowman, nonostante le continue interferenze di Sheamus, dopo una Powerslam su Cesaro.

Hardy Compound

Woken Matt Hardy dà a suo modo il benvenuto nella sua residenza, dove tra poco si svolgerà l'Ultimate Deletion Match contro Bray Wyatt: ci vengono presentati sua moglie Queen Rebecca, il primogenito King Maxel, il più piccolo Lord Wolfgang, suo padre Senor Benjamin e il drone Vanguard 001 che avrà il compito di sorvegliare la tenuta...

The Revival vs Titus Worldwide

L'incontro tra i due Tag Team viene vinto dai Revival, grazie alla Shatter Machine su Apollo. Al termine della sfida i due vincitori annunciano la loro presenza alla Andre The Giant Memorial Battle Royal di WrestleMania 34.

Ronda Rousey on the ring

Questo è un segmento che non è andato in onda nella trasmissione televisiva, ma che è stato reso pubblico solo dagli account ufficiali della WWE. Ronda Rousey sale sul ring e viene interrotta da Dana Brooke. Quello che è successo, lo potete vedere qui di seguito...

Sasha Banks e Bayley vs Sonya Deville e Mandy Rose (con Paige)

Dopo aver assistito a un confronto sul ring tra Sasha Banks e Bayley, in cui quest'ultima conferma di non essere ancora riuscita a perdonare l'amica per il modo in cui l'ha tradita a Elimination Chamber, le due devono fare coppia per affrontare l'Absolution. I dissidi e le incompresioni vanno avanti per tutto l'incontro e alla fine a vincere sono Sonya Deville e Mandy Rose, grazie a un Jumping Side Kick di Sonya su Bayley che vale il conteggio di tre.

John Cena chiede la risposta di The Undertaker

Arriva sul ring John Cena, che se la prende con The Undertaker per non aver nemmeno risposto alla sua sfida. Non un sì, non un no, nessuna risposta. La considera una profonda mancanza di rispetto verso tutto il WWE Universe, così chiede nuovamente al Becchino di farsi vivo per chiarire una volta per tutte se sia ritirato o no.

Non arriva nessuna risposta, ma suona la musica di Kane. The Big Red Machine raggiunge il ring, John Cena gli chiede quale sia la risposta del fratello. Non riceve nessuna risposta, a parte una Chokeslam. Che sia un sì?

Balor Club vs The Miz e il Miztourage

6-Man Tag Team Match tra Finn Balor, Karl Anderson e Luke Gallows, contro The Miz, Bo Dallas e Curtis Axel. A vincere è il primo schieramento, grazie a uno School Boy Pin di Finn Balor su The Miz. Neanche il tempo di esultare, però, che il campione intercontinentale lo attacca di nuovo alle spalle e aiutato dal Miztourage inizia un pestaggio tre contro uno, rendendo vani i tentativi di aiuto da parte di Anderson e Gallows. Dagli spogliatoi esce però Seth Rollins, che mette ko The Miz, Bo Dallas e Curtis Axel, dando così una mano a Finn Balor.

Ultimate Deletion Match - Woken Matt Hardy vs Bray Wyatt

E siamo arrivati così al main event, l'Ultimate Deletion Match tra Woken Matt Hardy e Bray Wyatt. Quest'ultimo, con la sua lanterna, arriva di fronte al Compound in North Carolina: il cancello si apre e un ologramma di Woken che emerge dal drone gli dà il benvenuto, dicendogli di seguire la musica. Così facendo raggiunge il ring, con a bordo Queen Rebecca che suona il piano e al centro Matt (e l'arbitro dietro di lui), che lo accoglie con la sua "I knew you’d come".

Inizia l'incontro, ma viene interrotto poco dopo dall'ordine dato da Woken e Vanguard 001 di iniziare l'attacco. Bray Wyatt si domanda cosa sia e partono dei fuochi d'artificio a bord ring che lo distraggono, permettendo a Matt Hardy di colpirlo con una sedia.

I due scendono dal ring, l'incontro si sposta a Dilapidated City, dove troviamo anche una baracca di legno che ricorda a Wyatt la sua dimora, quella che venne data alle fiamme da Randy Orton prima di WrestleMania 33. Altra distrazione per Bray, di cui approfitta Woken che lo colpisce con una mazza da kendo. La sfida continua adesso nella Land of Obsolete Men, una specie di cimitero all'inglese in cui Matt si nasconde, facendo perdere l'orientamento all'avversario. L'incontro prosegue nel bosco lì a fianco, dove Wyatt riesce di nuovo ad andare a segno colpendo il padrone di casa con un pezzo di legno e lanciandolo poco dopo contro una serranda.

Questa si apre ed è l'ingresso della Dome of Deletion, cioè il luogo dove Matt e Jeff Hardy hanno mosso i primi passi sul ring. Woken riesce a mettere ko Bray, che adesso si trova a metà strada tra una sedia a rotelle e un tosaerba. Matt inizialmente non sa cosa scegliere per infierire e alla fine di un estenuante ragionamento opta per il secondo, con il quale tenta di investire l'avversario. Wyatt però nel frattempo si è ripreso e ha assunto la sua consueta posizione in stile esorcista, riuscendo poi a colpire Matt con un calcio.

A seguito di un'altra fase di lotta sul ring, Bray porta il padrone di casa al Lake of Reincarnation, dove Hardy chiede aiuto alla barca Skarsgaard. L'ex leader della Wyatt Family si prepara per la Sister Abigail, ma viene interrotto dall'arrivo di Vanguard 001, che lo distrae, facendogli perdere di vista Woken.

Dopo aver lasciato andare il drone, pensa che sia sotto la barca lì accanto, ma quando la ribalta trova Senor Benjamin, che gli passa un mappamondo e poi inizia a cantare "He’s got the Whole World in his hands" di Laurie London. La seconda strofa la continua Jeff Hardy, che appare (con occhi spiritati) in versione Brother Nero al fianco di Bray.

Un'interferenza decisiva, perché da dietro arriva Matt che esegue la sua Twist of Fate e si va a prendere la vittoria di questo Ultimate Deletion Match. Wyatt si rialza ridendo e sottolineando come tra loro non sia finita, Woken lo butta nel Lake of Reincarnation, per poi ordinare a Senor Benjamin di ripescare la carcassa. Questa però non viene trovata e Matt Hardy esclama di aver cancellato il suo avversario e che la "Great War in Ovah".

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.