Messi spiega perché vomitava in campo: "Avevo di tutto nello stomaco"

La Pulce si racconta e spiega cosa ci fosse alla base dei suoi continui problemi di stomaco: un'alimentazione sbagliata portata avanti durante la sua crescita.

2k condivisioni 0 commenti

di

Share

Quando nell'estate del 2001 il piccolo Leo Messi, una "pulce" nel vero senso della parola, volava da Rosario a Barcellona, la sua vita cambiava radicalmente. Come si può leggere su "Pulce", la sua biografia raccontata dal giornalista Guillem Balangue, in quel momento era completamente solo in un mondo nuovo.

E poi lui era un ragazzino molto introverso (solo con il tempo ha attenuato leggermente questa sua caratteristica) e per questo tendeva ad affidarsi a pochi, semplici, punti di riferimento.

Prima di tutto seguiva la routine che si poneva di fronte a lui (e a tutti gli altri allievi della scuola calcio del Barcellona): si svegliava alla mattina presto, poi saliva sul pullman che lo avrebbe condotto alla Masía per seguire le lezioni a scuola, pranzava, si dedicava agli allenamenti (che tentava di prolungare più possibile, a costo di restare da solo sul campo) e poi tornava a casa, dal papà Jorge, l'unico della sua famiglia ad averlo seguito in questo viaggio in Spagna.

Messi e la dieta irregolare seguito nel passato

Questo accadeva sei giorni su sette. L'unica eccezione era la domenica, quando generalmente si giocava la partita e gli allievi del club catalano avevano a loro disposizione un pomeriggio libero.

Per Messi, che faticava molto a creare dei rapporti con i suoi coetanei, quella libertà significava inizialmente chiudersi in casa a guardare la televisione o a giocare alla Xbox.

Un piccolo cambio alla routine arrivava poco più tardi, dopo aver scoperto un paio di ristoranti argentini. Andare lì per lui era quasi come tornare a casa, così tendeva a passarci molto tempo, rinunciando di fatto alla dieta "imposta" ai giovani della Masía e iniziando a mangiare senza un criterio. Con il tempo poi, grazie anche alla conoscenza di alcune figure molto importanti nella sua crescita personale e professionale, Messi ha capito di dover seguire una dieta più sana.

Un'alimentazione sana per far sparire il vomito

Ma probabilmente è proprio quel periodo della sua vita di alimentazione non regolare e incontrollata ad aver generato quei problemi di stomaco che ne hanno condizionato poi un aspetto della sua carriera.

La conferma arriva anche nel corso della sua intervista ai microfoni di America TV, dove Leo ammette candidamente di aver mangiato malissimo per una parte della sua vita:

Avevo di tutto dentro, tutte le cose sbagliate che avevo mangiato per molti anni. Quando hai 22-23 anni non ti interessa, non ci pensi. Mangiavo cioccolata, dolci, bibite gassate. Adesso invece mangio bene: pesce, carne, insalate e verdure. Tutto in modo ordinato e regolare. Certo, ogni tanto mi concedo un bicchiere di vino, c'è sempre un momento per farlo. Ma da quando ho cambiato alimentazione ho notato la differenza, soprattutto negli episodi del vomito. Sono state dette molte cose su di me, alla fine mi sono abituato. E adesso non succedono più

Senza andare a ricercare cause chissà dove, è stato quindi sufficiente cambiare alimentazione. Così Messi ha potuto ripulire lo stomaco dal cibo spazzatura assimilato nel corso degli anni e riportare il fisico allo stato ottimale.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.