Italia, Verratti su Ventura: "Noi in confusione quando avevamo palla"

Il centrocampista del Paris Saint-Germain sull'ex Ct: "Aveva una visione molto tattica del calcio, in Nazionale non è facile acquisire concetti in pochi giorni".

391 condivisioni 0 commenti

di

Share

Con la Nazionale maggiore dell'Italia ha totalizzato 24 presenze e una rete, ma la sensazione è che nel vecchio corso azzurro targato Giampiero Ventura non abbia dato quanto la sua classe gli permetterebbe: Marco Verratti è uno degli uomini dai quali la nazionale dell'Italia riparte sotto la guida di Luigi Di Biagio. Nel ritiro di Coverciano, il centrocampista del Paris Saint-Germain è tornato sull'esperienza con l'ex commissario tecnico.

Marco Verratti in azione con l'Italia
Marco Verratti in azione con la maglia dell'Italia: 24 presenze e una rete in azzurro

Nel doppio impegno contro la Svezia, quello costato l'eliminazione dai Mondiali 2018 nello scorso novembre, Verratti era sceso in campo solo nella partita di andata, senza brillare nel ko di Stoccolma. Tra i calciatori entrati più spesso nel mirino del tifo azzurro per lo scarso rendimento con la maglia dell'Italia, il centrocampista cresciuto nel Pescara ha parlato alla Gazzetta dello Sport della gestione tecnica di Ventura:

Aveva una visione molto tattica, che va bene in un club: in Nazionale è più complicato acquisire queste nozioni tattiche in pochi giorni. Quando avevamo palla, a volte, andavamo tutti in confusione

La ferita mondiale è ancora aperta e la cicatrice nel mondo azzurro ancora visibile: si riparte dalle amichevoli contro Argentina e Inghilterra, partite nelle quali Di Biagio assegnerà a Verratti le chiavi del centrocampo dell'Italia. Da un ex centrocampista ad un regista, sul quale l'Italia cercherà di poggiare le basi del nuovo corso:

Vede il calcio come me e questo può essere un vantaggio. Le critiche vanno accettate e fanno parte del mestiere, soprattutto quando rappresenti una nazione intera. La gente deve capire che non giochiamo per soldi, ma per l'onore di rappresentare il proprio Paese.

13 novembre 2017, Italia-Svezia 0-0: Buffon consolato dagli avversari
13 novembre 2017, Italia-Svezia 0-0: azzurri fuori dalla corsa ai Mondiali

Italia, Verratti sulla gestione Ventura: "Noi giocatori i primi responsabili"

L'assenza azzurra dalla massima competizione per nazionali di calcio non si registrava dal 1958. A 60 anni dall'ultima volta, l'Italia non si è qualificata per i Mondiali. Alle considerazioni sulla gestione tecnica di Giampiero Ventura, Verratti ha affiancato anche la consapevolezza delle responsabilità del gruppo, incapace di far gol nel doppio confronto contro la Svezia.

Noi giocatori che siamo i primi responsabili. Forse pensavamo dall'inizio di arrivare secondi, poi gli spareggi sono gare difficili, anche se alla portata. Dobbiamo riconquistare i tifosi. 

A 26 anni sulla carta d'identità, Verratti è chiamato a recitare un ruolo da leader, tecnico e morale, nello spogliatoio azzurro: un processo reso obbligato anche dall'addio all'Italia di colonne come Barzagli e De Rossi, nonché dalla presenza transitoria di un totem come Gigi Buffon. Prima la Nations League, poi l'Europeo 2020: in assenza dei Mondiali, in casa azzurra occorre fissare il mirino più lontano del previsto. Senza chiudere le porte a nessuno: neppure a Mario Balotelli, che Verratti ha incrociato in Ligue 1 e vorrebbe rivedere in Nazionale:

Con l'atteggiamento giusto può fare bene. Il prossimo Ct? Sono scelte della Federazione.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.