Formula 1, finalmente si parte: il calendario completo del 2018

Primo appuntamento domenica 25 marzo in Australia. Stagione lunghissima, estate bollente con 4 gare in un mese. Si chiude ad Abu Dhabi il 25 novembre.

Formula 1, le tappe del calendario 2018

126 condivisioni 0 commenti

di

Share

Le auto di Formula 1 girano la chiave e accendono i motori per la stagione 2018. Si riparte, come sempre, da Melbourne. Primo appuntamento il 25 marzo sul circuito di Albert Park. Al semaforo verde scatterà di nuovo il super duello Mercedes-Ferrari. Ma occhio anche alla Red Bull, terza incomoda e in gran forma nei test.

Gli ingredienti ci sono tutti per una fenomenale stagione sulla falsa riga della passata, quando Hamilton e Vettel hanno duellato ruota a ruota fino alle ultime gare. Il Cavallino, un po’ deluso dopo aver visto sfumare il titolo, è già tornato rampante e carico.

Cinquantotto giri per circa 307 chilometri. In Australia via alla Formula 1 2018: 3/4 GP per capire come sarà la stagione, poi si farà davvero sul serio. Ventuno le gare in totale per un calendario lunghissimo. Lewis Hamilton, nemmeno a dirlo, l’uomo da battere. L’inglese va a caccia di altri record, ma soprattutto vuole centrare il suo quinto titolo iridato.

Formula 1, il calendario completo della stagione 2018

Gran Premio d'Australia, 25 marzo

Il classico Gran Premio d’apertura della Formula 1. Sull’asfalto cittadino della città di Melbourne si corre dal 2006. Nel 2017 vince Sebastian Vettel, il primo squillo di una Ferrari rinata. Con Hamilton solo secondo. 

Gran Premio del Bahrain, 8 aprile

57 giri in mezzo al deserto. Nel 2017 altra vittoria di Vettel, la seconda consecutiva che apre a nuovi scenari mondiali. Rimane un circuito sicuramente favorevole alla Ferrari. Record di vittorie targato Fernando Alonso, tre in carriera.

Gran Premio di Cina, 15 aprile

Prosegue il tour asiatico della Formula 1. Sul circuito di Shanghai si inizia a delineare la sfida Mondiale. Cinquantasei giri per 5,448 chilometri. Nella passata stagione primo urlo del 2017 di Lewis Hamilton. Secondo Sebastian Vettel.

Gran Premio dell'Azerbaijan, 29 aprile

Una delle gare più pazze del 2017. Rotture, giudici, scontri in pista. A trionfare è Ricciardo su Bottas e Stroll. Sfida sempre aperta in uno dei circuiti più particolari del Mondiale.

Gran Premio di Spagna, 13 maggio

Si torna in Europa, a Barcellona. Sessantasei giri per 4,653 km. Record di vittorie di Michael Schumacher, 4. Nel 2017 trionfo di Hamilton davanti a Vettel.

Gran Premio di Monaco, 27 maggio

Ecco l’amato e affascinante circuito di Montecarlo. L’anno scorso grande vittoria di Sebastian Vettel dopo una pole position di Kimi Raikkonen (secondo). Qui la Ferrari ha dimostrato sempre di trovarsi a proprio agio.

Gran Premio del Canada, 10 giugno 

Inizia il tour de force estivo. Montreal è il circuito di Lewis Hamilton, suo il record di vittorie sull’asfalto canadese, sei in totale. Doppietta Mercedes nel 2017, con l’inglese primo sul traguardo davanti a Bottas. Terzo Ricciardo.

Gran Premio di Francia, 24 giugno

Si torna a correre un GP francese. Dopo 10 anni di assenza (ultimo GP a Magny-Cours vinto da Massa su Ferrari), si correrà sulla pista del Paul Ricard a Le Castellet. Contratto di cinque anni. 

Gran Premio d'Austria, 1 luglio

A Zeltweg l’anno scorso Vettel arriva ad un passo dalla vittoria. Vince Bottas, Hamilton solo quarto. Scricchiolii Mercedes, ma il campionato è ancora lungo. Siamo più o meno a metà stagione, prima della pausa estiva. Solo l’inizio di una caldissima estate.

Gran Premio di Gran Bretagna, 8 luglio

Secondo GP in un mese. I motori rombano nel magico circuito di Silverstone. Asfalto targato Mercedes, curve del padrone Hamilton: 5 le sue vittorie. 

Gran Premio di Germania, 22 luglio

Ecco un altro grande ritorno nel Circus. Ad Hockenheim tornano a sfrecciare i bolidi di Formula 1. Ultimo GP nel 2016, in totale la pista tedesca ne ha ospitati 35. Configurazione abbastanza classica con lunghi rettilinei e curve veloci.

Gran Premio d'Ungheria, 29 luglio

Ultima fatica prima della pausa estiva. Il circuito di Budapest è ancora territorio di Lewis Hamilton (5 vittorie). Ma nel 2017 fenomenale doppietta Vettel-Raikkonen. Qui la Ferrari ha capito veramente di poter vincere il Mondiale.

Gran Premio del Belgio, 26 agosto

Il mitico SPA-Francorchamps torna a fare da sfondo alla Formula 1 dopo quasi un mese di vacanza. Quarantaquattro giri per 7 km. Nel 2017 vittoria di Hamilton davanti a Vettel e Ricciardo.

Gran Premio d'Italia, 2 settembre

Finalmente Monza, la ‘classica’ di inizio settembre in un circuito leggendario. Record di vittorie detenuto da Hamilton. L’inglese trionfa anche nel 2017 con Bottas e Vettel sul podio.

Gran Premio di Singapore, 16 settembre

Nel 2017 qui è cambiato il vento del Mondiale. La favorita diventa la Mercedes di Hamilton. Che trionfa sotto la pioggia (novità assoluta su questo tracciato) con Ricciardo secondo e Bottas terzo.

Gran Premio di Russia, 30 settembre

A Sochi altro fortino Hamilton: 2 vittorie su 4 edizioni. E dominio Mercedes: la Stella d’Argento qui ha sempre vinto (trionfi per Rosberg e Bottas). Nella passata stagione in Russia si è corso a fine aprile, nel 2018 GP slittato in autunno.

Gran Premio del Giappone, 7 ottobre

Nel 2017 a Suzuka iniziano i problemi di affidabilità della Ferrari. Fuori Vettel, trionfo Hamilton. Il Mondiale prende la direzione di Stoccarda. I 53 giri nel Sol Levante rimangono tra i più affascinanti del Mondiale di Formula 1.

Gran Premio degli Stati Uniti, 21 ottobre

In Texas altra sfida che potrebbe risultare decisiva. Siamo alla fine del Mondiale. Cinque le vittorie di Hamilton, bravo a trionfare anche nella passata stagione davanti alle Ferrari di Vettel e Raikkonen.

Gran Premio del Messico, 28 ottobre

Terzultima gara del calendario. I giochi si stanno per chiudere. Settantuno giri a Città del Messico, che nel 2017 hanno regalato in maniera matematica il quarto Mondiale ad Hamilton.

Gran Premio del Brasile, 11 novembre

Interlagos, 71 tornate per 4,309 km. Si sta per chiudere la stagione 2018 di Formula 1. Nel 2017 vittoria Ferrari, ma il titolo è stato già assegnato. Una buona iniezione di fiducia per l’anno che verrà.

Gran Premio di Abu Dhabi, 25 novembre

Classica tappa conclusiva del Mondiale di Formula 1. Gli ultimi 55 giri dell’anno, forse decisisi, chissà. Bottas-Hamilton-Vettel è il podio della passata stagione prima dei fuochi d’artificio e un arrivederci carico di tanti sorrisi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.