Icardi, 100 gol in Serie A: è il più giovane degli ultimi 55 anni!

I gol contro la Sampdoria consegnano Mauro Icardi alla storia del calcio italiano: è il sesto più giovane a raggiungere le 100 reti in A, mai nessuno come lui dagli anni '60.

411 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il sesto più giovane di sempre e il primo a riuscirci così velocemente negli ultimi 55 anni. Le reti di Mauro Icardi contro la Sampdoria hanno un peso specifico pazzesco. Non solo perché l'attaccante argentino è tornato in gol dopo l'infortunio ma soprattutto perché la sua 19ª rete in campionato è anche la numero 100 in Serie A per il capitano dell'Inter.

Un traguardo impressionante, per un classe 1993 che ha compiuto 25 anni appena lo scorso 19 febbraio. Meglio di lui, solamente altri cinque pesi massimi della storia del calcio italiano. Dal 1963 a oggi, poi, nessuno era riuscito a raggiungere questo score in così poco tempo.

Tra il recupero dal problema muscolare e le solite voci di mercato, riaccese dalle dichiarazioni della moglie-agente Wanda Nara, il numero 9 nerazzurro era stato protagonista soprattutto fuori dal campo. Poi ha deciso di fare quello per cui è stato votato fin dalla nascita: segnare. Così tanto da scolpire il proprio giovane nome nell'Olimpo dei goleador più precoci di sempre.

Icardi fa 100 in Serie A: è il sesto più giovane di sempre

Per trovare gli attaccanti che hanno tagliato il nastro dei 100 gol in Serie A prima di lui, bisogna risalire indietro di decenni e decenni. E scomodare veri e propri mostri sacri, leggende che ormai appartengono alla mitologia del calcio del nostro Paese. A cominciare da un altro bomber e capitano dell'Inter, Peppino Meazza, fino ad arrivare a José Altafini.

Mauro Icardi, il sesto più giovane di sempre a raggiungere i 100 gol in Serie A
Mauro Icardi, 100 gol in Serie A a 25 anni e 5 giorni: è il sesto più giovane di sempre

Eccola allora, la mini classifica dei giocatori più giovani ad aver toccato quota 100 reti nel massimo campionato italiano:

  1. Giuseppe Meazza: 23 anni e 31 giorni (24 settembre 1933)
  2. Silvio Piola: 23 anni e 68 giorni (6 dicembre 1936)
  3. Giampiero Boniperti: 23 anni e 193 giorni (13 gennaio 1952)
  4. Felice Borel: 23 anni e 272 giorni (2 gennaio 1938)
  5. José Altafini: 24 anni e 205 giorni (17 marzo 1963)
  6. Mauro Icardi: 25 anni e 27 giorni (18 marzo 2018)

Un sesto posto straordinario, considerando il divario temporale che lo separa dal suo diretto predecessore. È per questo che Maurito è, a tutti gli effetti, il più giovane giocatore dell'era moderna ad aver festeggiato questo successo.

Le tappe di un predestinato: il primo gol, la prima doppietta alla Juve...

Un viaggio cominciato ormai nel lontano 18 novembre 2012, giorno del suo primo centro in Serie A. Già in quel caso, i segnali che si trattasse di un predestinato c'erano tutti: la rete numero 1 la segna nel derby tra la sua Sampdoria e il Genoa. Ancora più simbolica è la sua prima doppietta: il 6 gennaio 2013 regala ai blucerchiati la clamorosa vittoria in casa della Juventus capolista. 

Tre settimane più tardi, il 27 gennaio, realizza addirittura il suo primo poker tutto personale: quattro reti al Pescara, nel match vinto 6-0 dalla Samp. Ma è di nuovo alla Vecchia Signora che segnerà il suo primo gol con la maglia dell'Inter: è il 14 settembre 2013. Del resto i bianconeri, con 7 marcature, sono la sua vittima preferita dopo la Fiorentina (10). Esattamente un anno più tardi, il 14 settembre 2014, arriverà invece la sua prima tripletta nel massimo campionato, nel 7-0 contro il Sassuolo.

Il primo step importante, i 50 gol in Serie A, lo raggiunge il 3 gennaio 2016 contro il Chievo: in quell'occasione si laurea come il più giovane straniero ad aver centrato l'obiettivo. E se consideriamo che José Altafini è, sì, nato in Brasile, ma è stato poi naturalizzato italiano, Mauro Icardi è ora a tutti gli effetti anche il più giovane calciatore straniero ad aver toccato quota 100.

Prima le 10 reti con la Sampdoria, nella sua prima stagione in Serie A, poi i 91 centri con la maglia dell'Inter: numeri impressionati, per un attaccante classe 1993. Nato in Argentina ma che in Italia ha trovato la sua terra d'esplosione e d'adozione. Calciomercato e offerte dei top club europei permettendo, ovviamente Il futuro di Maurito è ancora tutto da scrivere, ma il presente fa rima già con storia.

Qual è l'attaccante più forte della Serie A?

Vota

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.