Classifica Serie A: la Juventus inciampa, il Napoli accorcia

I bianconeri vengono bloccati sullo 0-0 dalla SPAL, il Napoli supera il Genoa e si rifà sotto. Piena bagarre per quanto riguarda l'Europa e la retrocessione.

Raul Albiol festeggia il gol contro il Genoa

256 condivisioni 0 commenti

di

Share

Dato già per finito dopo il sorpasso della Juventus e l'allungo arrivato con la vittoria bianconera nel recupero con l'Atalanta, il campionato si riapre improvvisamente. La squadra guidata da Max Allegri è sempre al comando della classifica Serie A, ma inciampa a Ferrara contro la SPAL e sente sul collo il fiato di un Napoli non brillantissimo ma capace di superare il Genoa e di prendersi tre punti fondamentali, che lo portano a -2 dalla vetta.

La Juventus arriva a Ferrara in uno stato di forma eccezionale, che ha avuto come conseguenza la conquista della testa della classifica Serie A e il passaggio ai quarti di finale di Champions League: uno sforzo che in qualche modo viene pagato da una prestazione non eccezionale, che vede Higuain e compagni esprimersi con poca brillantezza contro una squadra, quella guidata da Semplici, molto accorta, attenta e decisa a lottare per conquistare un punto pesantissimo in chiave-salvezza.

Del mezzo passo falso bianconero approfitta il Napoli, che pur non avendo del tutto smaltito la tensione nervosa che ha condizionato le ultime due uscite in campionato - coincise con una sconfitta contro la Roma e un pari contro l'Inter - riesce ad avere la meglio al San Paolo contro un Genoa via via sempre più rinunciatario e graziato anche dai due pali colti da Insigne e Mertens: quando mancano poco meno di venti minuti alla fine è Albiol, con un colpo di testa, a realizzare la rete che permette agli uomini di Sarri di tornare alla vittoria e di poter continuare a credere nel sogno Scudetto.

Classifica Serie A: campionato riaperto, bagarre Champions e salvezza

  • Juventus 75
  • Napoli 73
  • Roma 59
  • Inter 55*
  • Lazio 54
  • Milan 50*
  • Atalanta 44*
  • Sampdoria 44*
  • Fiorentina 41*
  • Torino 36*
  • Bologna 34
  • Udinese 33*
  • Genoa 30*
  • Cagliari 29*
  • Sassuolo 27*
  • Chievo Verona 25*
  • SPAL 25
  • Crotone 24*
  • Hellas Verona 22*
  • Benevento 10*

*una partita in meno

Giocatore Juventus a terra durante la partita con la SPAL

Clamoroso crollo della Sampdoria, che con le ultime prestazioni sembra abbandonare ogni velleità europea: quest'oggi i blucerchiati vengono spazzati via in casa da un'Inter che al contrario nella qualificazione in Champions ci crede e finalmente lo dimostra con una splendida prestazione. Il 5-0 finale vale tre punti e una convinzione ritrovata dopo diverse prove opache, e permette a Mauro Icardi, autore di un poker, di superare quota 100 gol in Serie A quando ha da poco compiuto i 25 anni.

In serata la Lazio non riesce ad andare oltre il pareggio casalingo contro un Bologna ben messo in campo da Donadoni e capace di colpire dopo pochissimi minuti con Simone Verdi, lesto a ribadire in rete una respinta di Strakosha su tiro di Dzemaili. I biancocelesti trovano presto il pari con Lucas Leiva ma poi non riescono a scardinare il fortino rossoblu, che regge fino all'ultimo: con questo pari la Lazio si vede superare dall'Inter al quarto posto, l'ultimo utile per partecipare alla prossima Champions League.

Per quanto riguarda la corsa-salvezza fondamentale la vittoria del Sassuolo, corsaro a Udine con un 2-1 firmato nel finale da Sensi e che permette ai nero-verdi di lasciare al terz'ultimo posto il Crotone di Walter Zenga, steso tra le mura amiche dell'Ezio Scida da una Roma sempre più decisa a confermare il terzo posto nella classifica Serie A: El Shaarawy e Nainggolan gli autori dei gol giallorossi.

Salvezza sempre più vicina per il Cagliari, che si prende i tre punti a Benevento frustrando le ormai nulle speranze dei campani di ottenere la permanenza nel massimo campionato dopo essersi illusi fino al 90': in vantaggio con un gran gol del giovane Brignola, gli uomini di De Zerbi mancano più volte il colpo del KO e finiscono per essere beffati nel finale, prima con il pari sardo firmato da Pavoletti e poi, al 50', dal rigore assegnato dal VAR per un tocco di mano di Sandro e realizzato da Barella.

Mauro Icardi festeggia un gol contro la Sampdoria
Mauro Icardi è il sesto giocatore più giovane di sempre ad aver raggiunto i 100 gol in A.

Milan, André Silva ancora decisivo. Contestato il Toro.

A Verona rischiano la Serie B entrambe le squadre cittadine: l'Hellas crolla al Bentegodi contro un'Atalanta spettacolare. Gli orobici si impongono 5-0, tripletta di Ilicic, e si rilanciano all'inseguimento del sesto posto, occupato da un Milan che a sua volta si impone seppur con fatica a San Siro contro l'altra squadra scaligera, il Chievo.

In vantaggio con Calhanoglu, i rossoneri vengono rimontati da un tremendo uno-due nello spazio di un minuto firmato dal polacco Stepinski (primo gol in A) e da Inglese: nel secondo tempo arriva la reazione che porta ai gol di Cutrone e André Silva, ancora una volta decisivo come contro il Genoa. Il portoghese nelle ultime due gare ha segnato due gol che valgono quattro punti e il sesto posto a +6 dall'Atalanta.

Torino e Fiorentina si sfidano in una gara che dice poco a livello di classifica ma che, per quel che vale, conferma i diversi momenti di forma delle due squadre: la Viola è corsara in casa dei granata, conquistando i tre punti grazie a un gol realizzato da Thereau a tempo ormai scaduto. Una vittoria in realtà molto più netta, dato che la squadra di Pioli tiene benissimo il campo a differenza degli uomini di Mazzarri, che vedono anche i propri tifosi contestare la società per una stagione anonima.

I tifosi del Torino contestano la società durante la partita con la Fiorentina

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.