Mondiali, i giocatori inglesi liberi di non partire per la Russia

Dopo lo scoppio del caso Skripal, il ct dell'Inghilterra Gareth Southgate annuncia che i giocatori potranno scegliere se partire o meno per i Mondiali.

Mondiali, la prima pagina del Sun

256 condivisioni 1 commento

di

Share

Chi non se la sente, potrà rimanere a casa. È il messaggio che il ct dell'Inghiterra, Gareth Southgate, rivolge ai giocatori che convocherà per i Mondiali di Russia 2018. La partecipazione dei Three Lions alla Coppa del Mondo è diventata in breve tempo una questione profondamente politica. Ed era normale aspettarselo, dopo il caso dell'avvelenamento di Sergej Skripal. L'ex agente del KGB è stato ricoverato, insieme alla figlia, dopo aver accusato un malore nella città di Salisbury. Un episodio che, per il governo britannico, porta la firma proprio della Russia.

A tre mesi dall'inizio dei Mondiali, lo spygate scoppiato tra Londra e Mosca ha finito per coinvolgere anche la Nazionale. Il ministro degli Esteri di Sua Maestà, Boris Johnson, ha subito ipotizzato la possibilità di boicottare totalmente la competizione iridata: la posizione attuale è invece quella di ritirare solamente la rappresentanza ufficiale del Regno Unito.

Dal canto suo, il Primo Ministro Theresa May ha invece già dichiarato che nessun ministro né, tantomeno, i membri della famiglia reale voleranno in Russia per seguire la Nazionale inglese. Il boicottaggio "istituzionale" è insomma già realtà, mentre l'idea di ritirare addirittura la squadra viene ritenuta molto complicata. Anche perché, oltre alla volontà di non penalizzare chi ha conquistato la qualificazione, l'Inghilterra rischierebbe anche l'esclusione - da parte della FIFA - dai tornei immediatamente successivi.

Mondiali, il ct dell'Inghilterra lascerà libertà di scelta ai giocatori

Eccoci quindi alle dichiarazioni di Southgate. Il ct dei Three Lions è intervenuto in occasione delle convocazioni per le prossime amichevoli, entrambe contro le due assenti di lusso ai Mondiali: il 23 marzo il test con l'Olanda, il 27 marzo - a Wembley - la sfida contro l'Italia. L'elenco dei giocatori selezionati è stato il pretesto per fare il punto della situazione, dopo l'esplosione dello spygate:

È una decisione che va presa a livello personale. Noi diamo per scontato che tutti vorranno esserci, ma non è sempre così. Io ho viaggiato molto, sono stato in Paesi in cui mi avevano avvisato circa i posti dove poter andare o meno. Il mio compito, in qualità di selezionatore dell'Inghilterra, è quello di concentrarmi sulle questioni di campo. E quello che stiamo facendo è prepararci ad andare in Russia per la Coppa del Mondo.

g

Per Southgate, insomma, il desiderio non può che essere quello di prendere parte alla manifestazione calcistica più importante del mondo:

Non ho dubbi che sia la cosa più giusta, poi credo anche che sia qualcosa totalmente fuori dal mio controllo. L'unica cosa che conta, in questo momento, è l'incolumità dei miei giocatori, dello staff e dei tifosi che ci seguiranno.

Tra i temi legati alla crisi diplomatica tra Regno Unito e Russia, si è parlato anche della possibilità di non consumare i cibi locali. Un'accortezza che il ct inglese non ritiene indispensabile:

Non vedo perché non dovremmo mangiarli. Con noi viaggia sempre un cuoco e, tra le sue responsabilità, c'è anche quella di rimediare i prodotti.

Prudenza sì, libertà individuale altrettanto, ma Southgate spera fortemente che non venga messa in discussione la partecipazione dell'Inghilterra. Un caso drastico, che aprirebbe il dilemma dell'eventuale sostituta: la Slovacchia, seconda nello stesso girone? L'Italia, prima delle escluse europee nel ranking UEFA? Uno scenario che, al momento, appartiene alla pura teoria: blindare la presenza della Nazionale inglese è la priorità.

Chi vincerà il Mondiale di Russia 2018?

Vota

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.