MMA, UFC Fight Night 127: Werdum prova a fermare Volkov a Londra

La card europea UFC che si terrà a Londra sabato notte, vedrà nel main event uno scontro fra titani: Fabricio Werdum affronta Alexander Volkov.

MMA, poster non ufficiale di UFC FN 127

75 condivisioni 1 commento

di

Share

Lo scontro fra un ex campione UFC e un ex campione Bellator MMA nel main event di una card non numerata rappresenta la portata principale che dovrebbe ingolosire i fan europei che andranno a vedere UFC London. Fabricio "Vai Cavalo" Werdum (23-7-1) e Alexander "Drago" Volkov (29-6) sono due fra i massimi più pericolosi in circolazione e capitaneranno l'evento londinese.

Ad aprire la main card, un match nella categoria dei pesi welter. Leon Edwards (14-3), ex campione BAMMA, affronterà il fighter polacco d'origini tedesche Peter Sobotta (17-5-1), a quota quattro vittorie e una sola sconfitta in UFC. Sobotta è un mago delle sottomissioni, ha 10 vittorie in carriera per resa dell'avversario, ma si trova a suo agio anche in fase di striking. 

Edwards è a quota 6-2 nella promotion e le sue sconfitte arrivano solo tramite decisione dei giudici, una delle quali contro il fenomenale Kamaru Usman. Fighter completo che non disdegna la gestione del match dopo aver totalizzato i punti necessari, è un combattente esperto che si sta facendo strada per arrivare ai vertici del ranking dei pesi welter. Incontro d'apertura molto interessante.

  • UFC FN 127 andrà in onda alle ore 23:00 su Sky Sport Plus, canale 205 di Sky.

UFC FN 127, Werdum prova a tornare in corsa per un match titolato

Il secondo match della main card avrà luogo nella categoria dei pesi gallo. Tom Duquesnoy (15-2), ex campione pesi gallo e pesi piuma BAMMA, affronterà Terrion Ware (17-7). Duquesnoy è a quota 1-1 in UFC e, nonostante l'aura di baby-fenomeno e l'indiscutibile completezza, ha dovuto frenare davanti a Cody Stamann nel suo ultimo incontro. Forte striker dotato di buona capacità in fase di grappling e di un buon submission game, si troverà davanti Ware, che con lui condivide la sconfitta con Stamann. Ware è a quota 0-2 in UFC, ha perso il suo ultimo match contro Sean O'Malley e ha bisogno di una vittoria per salvare il contratto. È un atleta solido, non è mai andato KO in carriera e sicuramente si giocherà il tutto per tutto.

Il co-main event avverrà nella categoria dei massimi-leggeri. Jimi Manuwa (15-3) se la vedrà, ancora una volta, dopo il loro primo match a UFC FN 64, contro il polacco Jan Blachowicz (21-7). Manuwa sembra uno spartiacque perfetto fra i top di categoria - Gustafsson, Oezdemir, Cormier - e il resto della divisione. Un po' come Glover Teixeira. È un kickboxer adattato alle MMA molto audace, ma ha dimostrato delle amnesie non trascurabili contro i top di categoria, lo testimoniano i match contro "Rumble" Johnson, Gustafsson e Oezdemir. Rimane un fighter solido e con le mani pesanti, pronto a scambiare con chiunque. Davanti a lui però, non esattamente l'ultimo arrivato. Blachowicz è un combattente molto solido in fase di stand-up, dallo striking al clinch, che mostra lacune nel ground game e nel submission game, ma che dallo stand-up ha costretto Alexander Gustafsson ad optare per un match al suolo. Ottima gestione delle distanze, buona capacità da incassatore e ritmo da top di categoria, dopo la sconfitta contro Patrick  Cummins, ha collezionato due vittorie consecutive che hanno finalmente palesato l'evoluzione del polacco. Supererà Manuwa nel rematch?

Il main event della serata, come già detto, avverrà nella categoria dei pesi massimi. Fabricio Werdum che, come ci aveva rivelato in una recente intervista, vuole combattere molte volte quest'anno e raggiungere un'ultima volta il titolo UFC, dovrà superare l'ostacolo Alexander Volkov, a quota 3-0 all'interno dell'ottagono più famoso al mondo. L'ex campione Bellator e M-1 non ha timore reverenziale verso il brasiliano che, adesso a quota 3-2 negli ultimi cinque match e con due vittorie consecutive alle spalle, vuole ottenere la title shot battendo l'ennesimo campione che gli si presenta davanti. Werdum è un Maestro delle sottomissioni, se non il miglior jutsuka nella promotion, poco ci manca. Nel corso della sua carriera ha sottomesso atleti del calibro di Fedor Emelianenko, Minotauro  Nogueira, Alistair Overeem, Cain Velasquez. Volkov, da quand'è in UFC, si è imposto su Timothy Johnson, Roy Nelson e Stefan Struve, su quest'ultimo con un KO che gli ha fatto ottenere anche il bonus Fight of the Night. I presupposti per un match spettacolare ci sono tutti. Chi la spunterà? La risposta arriverà sabato notte.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.