Mino Raiola, in Olanda aperta indagine fiscale sul procuratore

Il fisco olandese indaga sulla residenza fiscale di Mino Raiola: il super procuratore sarebbe sotto inchiesta anche per i trasferimenti relativi ai suoi giocatori dal 2014 al 2017.

Raiola indagato dal fisco olandese

474 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il re dei procuratori è sotto inchiesta. Mino Raiola è finito nel mirino del fisco olandese secondo Il Fatto Quotidiano. In particolare le autorità competenti stanno indagando sull'attività del noto agente. Molto più di semplice calciomercato, giocatori, indiscrezioni e trattative, perché adesso per Raiola entra in gioco un affare ben più complicato: quello con il fisco.

La partita sarebbe appena cominciata, con l'istruttoria che non sarebbe ancora chiusa. Proseguono dunque gli accertamenti del fisco olandese, volti a verificare la natura dei pagamenti effettuati dai vari club in merito alle prestazioni offerte dallo stesso Raiola

Nello specifico filtra come i funzionari olandesi stiano vagliando l'attività di Raiola relativa a tutti i trasferimenti per i quali Mino ha svolto il ruolo di intermediario tra il 2014 e il 2017. Cifre grosse, giganti, ovvero 437 milioni di dollari mossi grazie ai trasferimenti di top player. Da Pogba ai suoi fratelli del calciomercato. Un mondo intrigante, curioso, ma spesso mascherato da mosse e trattative quasi indecifrabili.

Raiola, il fischio indaga

Qual è la vera residenza fiscale del super agente? Sì, è proprio questa la domanda alla base dell'inchiesta aperta dal fisco olandese nei confronti di Raiola. Intanto parola all'agente:

Questi accertamenti non mi turbano. E soprattutto non so nulla. Ho sempre lavorato con precisione, rispettando le norme di ogni paese con cui ho operato e trattato giocatori

Queste le prime parole di difesa pronunciate da Raiola. Intanto le indagini proseguono, con il fisco olandese insospettito perché spesso l'agente è stato legato alla Maguire Tax&Legal, società con sede nei Paesi Bassi. Ma ecco la replica di Raiola:

Si tratta di uno studio tributario al quale si sono rivolti i miei giocatori, ma non li ho di certo spinti io. Sono soltanto amico del proprietario di tale società. Inoltre ho la residenza nel Principato di Monaco, mentre nei Paesi Bassi non ho alcuna società

Dalla vicenda Donnarumma, destinata a campeggiare sulle prime pagine ancora per molto tempo, ad una nuova scomoda faccenda: quella relativa al fisco. Sì, il re dei procuratori è sotto inchiesta.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.