Turchia, l'ex Inter Erkin insulta l'arbitro: rischia 2 anni di carcere

Il terzino sinistro, già stoppato 6 turni, è stato citato in giudizio per le proteste con il Basahkeir, il club legato a Erdogan: dovrà discolparsi davanti a un giudice.

Caner Erkin

482 condivisioni 0 commenti

di

Share

Già la decisione post-espulsione era stata una bella batosta. Ma ora Caner Erkin rischia addirittura 2 anni di carcere. Per cosa? Aver minacciato un arbitro in seguito all’ammonizione rimediata nella partita di campionato contro l’Istanbul Basahkeir. 

L’episodio risale al 23 ottobre 2017, al match di Super Lig pareggiato dal Besiktas. Un 1-1 arrivato a tempo scaduto grazie al gol di Tosic su assist di Quaresma. Erkin, al momento del giallo (minuto 88), se la prende con Kalkavan, il direttore di gara, e i suoi assistenti. 

La Commissione Disciplinare della Federcalcio turca aveva già usato la mano pesante: 6 giornate di squalifica (saltate le successive sfide contro Alanyaspor, Goztepe, Akhisarspor, Yeni Malatyaspor, Galatasaray e Kayserispor) e 100mila euro di multa. Insomma, una maxi-sospensione.

Turchia, l'ex Inter Erkin insulta l'arbitro: rischia 2 anni di carcere

Caner Erkin
Caner Erkin, 29 anni, rischia 2 anni di carcere per aver insultato l'arbitro durante Besiktas-Baseksehir

6 turni di stop, neanche pochi. Tutto finito? Neanche per sogno. Perché per Erkin adesso potrebbe venire il peggio. Il tribunale turco avrebbe acconsentito a citare in giudizio il terzino sinistro, che dovrà presentarsi davanti a un giudice nei prossimi giorni per fornire le proprie spiegazioni. 

Se l’episodio venisse accertato, Erkin rischierebbe fino a 2 anni di prigione. L’accusa da parte dei procuratori della città di Istanbul sarebbe quella di “insulti a un funzionario responsabile dell’ordine pubblico”. L’arbitro, appunto. 

Caner Erkin
Caner Erkin in azione contro la Spagna con la maglia della nazionale turca

Per molti, dietro, ci sarebbe la mano del governo: il proprietario del Basahkeir, infatti, è il ricco affarista Goksel Gumusdag, nipote acquisito del presidente Erdogan. Il club viene considerato la squadra dell’Akp, il partito del presidente. 

Su internet la notizia ha scatenato la rabbia dei tifosi del Besiktas, pronti a difendere il proprio calciatore arrivato dall’Inter nell’estate del 2016. Erkin, un mese prima era stato acquistato dai nerazzurri. Lasciò l’Italia senza disputare nemmeno una partita.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.