Libri & Pallone - Tango Bianconero

Da Orsi e Cesarini a Dybala e Higuain, la storia dei 26 argentini della Juventus raccontata da un grande del giornalismo italiano, Salvatore Lo Presti.

Copertina di Tango Bianconero

3 condivisioni 0 commenti

di

Share

I primi furono i fratelli Boglietti, tornati in Italia e bianconeri nella stagione 1913/1914; i più recenti sono La Joya Paulo Dybala e El Pipita Gonzalo Higuain, protagonisti degli ultimi trionfi. Sono gli argentini della Juventus, ben 26 tra campioni e (rare) comparse che hanno contribuito alla conquista di oltre quaranta trofei nel corso della storia, contribuendo con quasi 2000 presenze e oltre 750 gol complessivamente.

Non solo: parlare degli "argentini bianconeri" significa parlare anche della stessa storia dell'Italia calcistica, dato che ben tre di loro (Orsi, Monti e Camoranesi) hanno vestito la maglia azzurra della Nazionale contribuendo alla conquista di ben due Mondiali. E se in mezzo a campioni epocali come Sivori, Cesarini e Tevez non sono mancate autentiche comparse come Sorin, Esnaider e il misterioso Mauro Marchisio, le loro 26 storie finiscono per raccontare la storia stessa della Juventus e del calcio italiano, che la "Vecchia Signora" ha sempre vissuto da protagonista.

"Tango Bianconero", libro del 2017 uscito per Bradipolibri, racconta la vita e le imprese di ognuno di questi calciatori, uomini tanto diversi per abilità, epoca e storia personale ma uniti da due particolari: essere nati in Argentina ed aver vestito la maglia della Juventus. 

Da sinistra Omar Sivori, Raimundo Orsi e Carlos Tevez
Tre campioni, argentini e bianconeri, di tre epoche diverse: Sivori, Orsi e Tevez.

Tango Bianconero, la lunga storia degli argentini della Juventus

Salvatore Lo Presti può senza dubbio essere considerato un grande del giornalismo italiano. Appassionato di storia e statistica, oltre che innamorato della Juventus, è stato il primo a inserire nelle telecronache dati statistici e l'unico giornalista italiano capace di lavorare per tutti e quattro i quotidiani sportivi nazionali. Se la competenza è fuori discussione, dunque, non sorprende che anche lo stile con cui è scritto "Romanzo Bianconero" sia d'effetto.

Lo Presti riesce infatti ad alternare la narrativa allo stile asciutto del saggio, non mancando di citare quotidiani dell'epoca o, in tempi più recenti, gli stessi protagonisti o i loro compagni di squadra. Leggere questo libro permette di conoscere le storie di calciatori tanto diversi, che hanno giocato e vissuto in epoche tanto diverse, e forse è proprio questa la cosa più affascinante di "Tango Bianconero": l'idea di attraversare un secolo leggendo di calciatori e palloni, ovviamente, ma anche della nostra stessa società, di com'è cambiata e di come, inevitabilmente, è cambiato il calcio stesso.

"Tango Bianconero - Dai fratelli Boglietti a Dybala e Higuain"
di Salvatore Lo Presti
(Bradipolibri, 2017)
260 pagine - 15 €

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.