Quarti di Champions League, il ranking: Real Madrid davanti a tutte

Secondo La Gazzetta dello Sport, i Blancos sono i favoriti per la vittoria che sarebbe la terza di fila. Dietro ci sono il Barça e il City. Juventus quinta dopo il Bayern.

525 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ieri sera si sono ufficialmente chiusi gli ottavi di finale di Champions League e le 8 squadre qualificate per i quarti sono Real Madrid, Barcellona, Liverpool, Juventus, Roma, Siviglia, Bayern Monaco e Manchester City.

Gli accoppiamenti per il prossimo turno li scopriremo dopo il sorteggio in programma domani a Nyon dalle ore 12:00, ma certamente tutti quanti i club che saranno coinvolti hanno qualche squadra che vorrebbero affrontare ma soprattutto qualcuna che preferirebbero evitare.

La Gazzetta dello Sport ha stilato un ranking Champions a seconda della forza delle squadre qualificate ai quarti e questa classifica non poteva che essere guidata dai Campioni d'Europa in carica del Real Madrid.

Cristiano Ronaldo
Il Real Madrid è il favorito per vincere la Champions League

Ranking Champions League, Real Madrid davanti a tutti

In questi ultimi anni, i Blancos stanno riscrivendo per l'ennesima volta la storia del calcio mondiale. Sono infatti la prima squadra al mondo ad aver vinto 2 edizioni consecutive della Champions League, competizione in cui hanno trionfato 3 volte negli ultimi 4 anni.

A differenza delle ultime stagioni, il Real non è neanche impegnato nella lotta per il campionato spagnolo e c'è quindi da aspettarsi che la squadra di Zidane si concentri unicamente sulla coppa, guidata da un Cristiano Ronaldo che nel 2018 viaggia a medie realizzative spaventose: il portoghese ha segnato 17 gol nelle ultime 10 partite giocate.

Leo Messi
Il Barcellona è trascinato da Leo Messi

Il Barcellona e un Messi in forma "Mondiale"

Se si stila un ranking Champions, è impossibile non mettere nelle prime due posizioni le squadre in cui giocano Cristiano Ronaldo e Messi. Ieri il Barcellona ha eliminato il Chelsea con qualche difficoltà in più di quanto dica il 3-0 finale.

Ma la squadra di Valverde vuole tornare ad alzare la coppa dalle grandi orecchie dopo 2 anni di astinenza trascinata da Leo Messi: la Pulce sta disputando una delle sue migliori stagioni in carriera e in attesa di provare in estate l'assalto a quella Coppa del Mondo che lo avvicinerebbe definitivamente a Maradona, punta a ritornare sul tetto d'Europa.

Il Manchester City
Il City vuole la Champions League

Il Manchester City di Guardiola vuole la svolta europea

Spesso in Champions League si parla di "mentalità europea", cioè l'abitudine a lottare per la vittoria finale che ti permette di rimanere stabilmente ad alti livelli in certe competizioni. Si dice in più che questa mentalità non può essere comprata, ma va costruita nel tempo magari inserendo in squadra uomini che la possiedono già.

È questa la speranza del Manchester City, che quest'anno sta letteralmente dominando la Premier League e vuole fare il salto definitivo anche in Europa grazie a Pep Guardiola. I Citizens hanno maltrattato il Basilea negli ottavi di finale e puntare almeno a migliorare il loro miglior piazzamento, cioè la semifinale di 2 anni fa.

Bayern Monaco
Il Bayern si è risollevato con Heynckes

Con Heynckes, il Bayern sogna un altro Triplete

Dopo l'inizio di stagione difficile e l'esonero di Carlo Ancelotti, sembra impossibile parlare solo qualche mese più avanti del Bayern Monaco come una delle favorite per la vittoria finale in Champions League.

Eppure i bavaresi sono stati rigenerati dall'arrivo in panchina di un vecchio volpone come Jupp Heynckes, che dopo la gloriosa annata del Triplete del 2013 sta trascinando la sua squadra verso la vittoria in Bundesliga. E con i quarti di Champions e la semifinale di Coppa di Germania ancora da giocare, chissà che il Bayern non possa ripetere quell'impresa.

La Juventus
La Juventus vuole un'altra finale

La Juventus è ormai una sicurezza

Dall'arrivo di Massimiliano Allegri, la Juventus ha ritrovato una dimensione europea degna del suo nome: negli ultimi 3 anni la Juventus ha conquistato 2 finali e l'unica eliminazione è per mano del Bayern di Guardiola negli ottavi di 2 stagioni fa.

I bianconeri hanno superato il Tottenham e ora si presentano ai quarti di finale con la sicurezza di essere tornata una delle big del continente. Il quinto posto nel ranking Champions è dovuto al fatto che, a differenza delle squadre che la precedono, la Juventus ancora impegnata nella lotta per la vittoria in campionato che potrebbe toglierle energie preziose.

Il Liverpool
Il Liverpool torna ai quarti dopo 9 anni

Il Liverpool di Klopp è la scheggia impazzita dei quarti

Al sesto posto troviamo il Liverpool che è riuscito a tornare ai quarti di finale di Champions League dopo ben 9 anni di assenza. La squadra di Klopp aveva come avversario una squadra abbordabile come il Porto, ma i Reds li hanno comunque travolti in trasferta mostrando grande autorevolezza.

Sembra difficile pensare che il club inglese possa arrivare fino in fondo a meno di un sorteggio particolarmente favorevole, ma di sicuro la sua avversaria non potrà permettersi di abbassare la guardia perché specialmente in fase offensiva questo Liverpool può mettere in difficoltà chiunque.

Edin Dzeko
La Roma ha eliminato lo Shakhtar Donetsk

Di Francesco vuole fare la storia della Roma

Anche la Roma torna ai quarti di finale dopo un'assenza molto lunga: l'ultima volta che i giallorossi erano arrivati così avanti in Champions League era infatti la stagione 2007/2008 quando in panchina c'era Luciano Spalletti.

Le possibilità che i capitolini si presentino ai quarti da favoriti sono molto basse, ma la squadra di Di Francesco ha dimostrato in questa stagione di esprimersi al suo meglio in Europa e un eventuale passaggio del turno sarebbe il miglior piazzamento della storia del club dopo la finale contro il Liverpool nell'1984.

Il Siviglia
Il Siviglia di Montella ha battuto il Manchester United

L'outsider è il Siviglia di Montella

All'ottavo e ultimo posto di questa classifica troviamo inevitabilmente la grande sorpresa degli ottavi di finale, cioè il Siviglia allenato da Vincenzo Montella che è approdato ai quarti eliminando clamorosamente il Manchester United.

Inutile nasconderlo: se tutte le altre squadre potessero scegliere una squadra da affrontare, la scelta cadrebbe sui lusitani. Ma come tutte le outsider il Siviglia non ha nulla da perdere e chiunque la affronterà dovrà certamente sudarsi la qualificazione perché gli spagnoli giocheranno con la spensieratezza di chi ha già raggiunto il miglior risultato in Champions della sua storia.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.